Cerca nel quotidiano:


Rapinano un anziano e poi fuggono in auto

Vittima un 83enne che stava passeggiando in strada a cui è stata puntata un'arma alle spalle. I due malviventi sono fuggiti a bordo di una vettura di colore scuro. Indaga la squadra mobile

martedì 27 Agosto 2019 20:19

di Giacomo Niccolini

Mediagallery

Un anziano di 83 anni è stato rapinato intorno alle 16,30 di martedì 27 agosto in via Donnini (in foto). L’episodio, accaduto in pieno giorno, si è registrato non molto lontano dalla stazione. Un 83enne livornese, mentre camminava in strada, è stato avvicinato da un uomo che gli avrebbe puntato un’arma alla schiena. L’anziano, in stato confusionale a causa dello shock subito, non sarebbe riuscito a fornire una descrizione esatta ai poliziotti intervenuti sul posto né del suo rapinatore né dell’arma con il quale è stato minacciato. “Dammi i soldi o ti ammazzo”, gli avrebbe detto il malvivente che si è fatto quindi consegnare il portafoglio contenente banconote per circa 100 euro, una collanina e un orologio d’oro.
Una volta racimolato il bottino, il rapinatore sarebbe fuggito a bordo di un’auto, di colore scuro, parcheggiata non molto lontana e guidata da una donna. La coppia si è quindi allontanata di fretta e furia facendo perdere le proprie tracce.
In via Donnini è arrivata subito dopo una volante della polizia i cui agenti, guidati da Claudio Cappelli, hanno raccolto la testimonianza della vittima confezionando così l’indagine per i colleghi della squadra mobile, diretta dalla dirigente Valentina Crispi. Le ricerche dei due fuggitivi, da parte delle forze dell’ordine, si avvarranno anche della raccolta delle immagini delle telecamere di sicurezza di cui è fornita la zona.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # Paolo

    Coraggio,nelle intenzioni del nuovo governo l’abolizione dei decreti sicurezza
    Siamo a posto!

    1. # PITTARO

      se leggi i decreti sicurezza, vedrai che non riguardano questi tipi di reati… e come noterai, nonostante il capitano sia stato ministro dell’interno per più di un anno, la gente che delinque il giorno dopo dell’arresto continua ad essere a piede libero, i decreti sicurezza fatti sono una grande buffonata

      1. # 0586

        Diglielo bello forte a quei poveri illusi che hanno votato il capitano…del Papete!!

      2. # stefano

        Egregio Pittaro….se la gente che delinque il giorno dopo l’arresto e’ gia’ a piede libero non e’ per i decreti sicurezza…ma per i magistrati che dispongono in tal senso…bisognerebbe parlare con piu’ cognizione di causa prima di sentenziare .. si sente che sta arrivando gia’ il governo nuovo…

  2. # Steve

    Sempre peggio manca sicurezza in pieno pomeriggio in una zona tranquilla. Fatto gravissimo

  3. # Libero

    Esagero se dico che Livorno è diventata ormai una jungla?

    1. # Marco

      Sarà anche una jungla… Ma è una jungla rossa antifascista.

      1. # compAgno

        de e lo puoi dire forte!

      2. # guio

        ma la gente non è normale parla di antifascismo dopo quasi un secolo e non fanno un commento sulla povera persona anziana rapinata. il peggio dell’ottusità che ha portato la città a marcire sotto tuti i punti di vista .

  4. # VOLTONE

    altro che vigili di quartiere di antica memoria , qui ci vogliono anche i soldati, che a turno, tolti dalle caserme diano più sicurezza ai cittadini. SEMPRE FORZA LIVORNO e anche FORZA ITALIA teniamo duro

  5. # Carlo

    infatti .. dove sono i vigili di quartiere? vai in giro per la città e non incontri mai un tutore dell’ ordine

  6. # Bent

    La mia solidarietà al povero anziano, non mi sembra di aver letto commenti in tal senso….sempre pronti ad accapigliarsi per sostenere o denigrare le tesi di qualche politico, siamo proprio caduti in basso…..Aggiungo solo che per fortuna non si conosce la nazionalità dell’aggressore, sennò sì che si scatenavano gli odiatori di professione (cuor di leoni della tastiera)

  7. # VOLTONE

    sig. “Bent” certo che ci vuole solidarietà, ma ci vogliono anche i fatti, di discorsi “de volemose tutti bene” la maggior parte dei cittadini ne ha piene le tasche, certo che se chi ci comanda non fa qualcosa di serio contro questi crimini sarà sempre peggio per la povera gente e per gli anziani. Secondo le percentuali in questi crimini gli stranieri ci sorpassano alla grande, specialmente quelli che non sono regolamentati SEMPRE FORZA LIVORNO e anche FORZA ITALIA teniamo duro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.