Cerca nel quotidiano:


Rave all’ex Trw, divieto di ritorno in città per i 5 organizzatori

Nel mirino della questura altre 80 persone identificate che adesso rischiano lo stesso provvedimento. Scattato anche il sequestro degli impianti audio

Mercoledì 13 Novembre 2019 — 16:14

Mediagallery

A seguito del rave party non autorizzato tenutosi nei primi giorni di novembre all’interno della struttura industriale dismessa ex Trw (nella foto l’interno dell’ex fabbrica), il questore di Livorno Lorenzo Suraci aveva predisposto importanti e significativi servizi di vigilanza e controllo che hanno consentito l’individuazione e la successiva denuncia all’autorità giudiziaria di alcuni degli organizzatori della manifestazione, oltre al sequestro degli impianti audio utilizzati per la diffusione della musica e di altro materiale e beni di consumo utilizzati nel corso del rave party.
A carico degli stessi il questore ha emesso cinque provvedimenti di “divieto di ritorno nel Comune di Livorno” della durata di tre anni.
Lo stesso provvedimento potrebbe essere emanato nei confronti di circa altre 80 persone, identificate nel corso dei servizi in qualità di partecipanti al “rave”, gravati da precedenti penali. Le loro posizioni sono al vaglio degli inquirenti.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.