Cerca nel quotidiano:


Reati commessi: Livorno 17esima in Italia. Denunce in calo: -8,1%. Tutti i dati

La medaglia d'oro, anche se in questo caso non è un premio, va a Milano seguita da Rimini e Bologna. Ultimo posto (o primo in senso di qualità della vita) lo registra Oristano

Martedì 10 Ottobre 2017 — 07:33

Mediagallery

In Italia ogni giorno vengono commessi circa settemila reati (6.814,8 per la precisione), con una media di 283 ogni ora. E’ quanto emerge da un’indagine de Il Sole 24 ore  relativa alle statistiche sulla criminalità in Italia fornite dal dipartimento per la Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno (in fondo all’articolo potete trovare il link alla classifica completa). Il quotidiano ha analizzato provincia per provincia e alla fine ha stilato una classifica sulle denunce nel 2016 in base all’incidenza ogni 100 mila abitanti. La medaglia d’oro, anche se in questo caso non è un premio, va a Milano seguita da Rimini e Bologna. Ultimo posto (o primo in senso di qualità della vita) lo registra Oristano. Livorno si classifica al 17esimo posto con 15.544 reati commessi (media di 1,8 ogni ora), un dato che segna un miglioramento dell’8% rispetto all’anno scorso. In una speciale classifica che comprende soltanto le città toscane, la nostra è al quinto posto. Peggio hanno fatto Prato (quinta in generale), Firenze, Pisa e Lucca.

La parola ai numeri – Il quotidiano nazionale ha anche analizzato le diverse tipologie di furti in tutte le città. Prendiamo Livorno e vediamo quali e quanti tipi di reati vengono commessi ogni anno nella nostra città (il dato è sempre in relazione ogni 100mila abitanti). Associazione per delinquere: 0,296 (ottava migliore città d’Italia). Estorsioni: 16,30. Furti: 3.171. Omicidi: 6,52. Rapine: 36,8. Riciclaggio: 3,26. Truffe: 247,8. Fa particolarmente piacere vedere come per reati come associazioni mafiose e usura, Livorno non compaia in classifica.

I furti – Il Sole 24 ore ha suddiviso anche le diverse tipologie di furti creando, come nei casi precedenti, una classifica (il dato è sempre in relazione ogni 100mila abitanti). Ecco Livorno come si è comportata. Ogni anno vengono commessi 171 furti con destrezza, rubate 50 autovetture, commessi 294 furti in abitazioni, 214 in esercizi commerciali e scippate 14 persone.

Il commento di Confcommercio – “Dovrebbe essere confortante leggere che secondo i dati raccolti dalle forze dell’ordine i reati sono in diminuzione a Livorno e provincia. I nostri associati però – commenta il direttore Federico Peragnoli – lamentano quotidianamente una forte percezione di pericolo verso i beni esposti e di insicurezza per la propria icolumità personale”. Aumentano per altro i furti nelle auto, soprattutto ai danni di bagnanti e turisti durante la stagione estiva (come ci riferiscono dalle nostre sedi, da Rosignano, a Cecina, a Piombino) e Livorno risulta essere tra le prime in Italia per furti nei negozi. Per altro questa triste classifica del Sole24Ore riguarda soltanto il numero di crimini emersi, ovvero quelli a conoscenza delle forze dell’ordine. Purtroppo spesso, per assuefazione al fenomeno dei piccoli furti, per rassegnazione e scarse probabilità di recuperare la merce, molti decidono di non fare denuncia”. “Sicuramente le forze dell’ordine stanno svolgendo un ottimo lavoro per quanto riguarda il controllo delle città e del territorio – continua Pieragnoli – e la diminuzione dei reati testimonia della grande attenzione alla prevenzione”. “Da parte di Confcommercio, in quanto ente che rappresenta e tutela le imprese -conclude il direttore di Confcommercio – vogliamo promuovere le occasioni di collaborazione, sia per l’individuazione da parte dei commercianti di strumenti ed interventi di contrasto, sia per un sensato aumento della sicurezza contro furti e taccheggi. Vorremmo che a Livorno i negozianti (e con loro i cittadini) dovessero più aver paura ad uscire la sera dopo aver chiuso la saracinesca, e fossero liberi di lavorare senza la forte percezione di insicurezza verso i beni e le persone”.

Riproduzione riservata ©

11 commenti

 
  1. # u8go

    una domanda: secondo voi come mail le denunce sono in calo?

  2. # u8go

    Comunque c’è da stare poco allegri…siamo un bel pezzo avanti nonostante i cali…

  3. # vedolontano

    Ho subito un ennesimo furto ma non ho denunciato. Sicuramente sto sbagliando ma sono stanco di perdere tempo.

  4. # Ok oi

    Ormai le denunce servono solo ad aggiornare i dati per i giornali!!!

  5. # Francesco

    Il calo di denunce si spiega facilmente, la gente è STANCA e non denuncia. Io stesso ho subito un tentativo di scippo in piazza Garibaldi da parte di due ragazzini e non ho fatto la denuncia perché avrei solo perso tempo. Livorno è un Far West, settimana scorsa due cari amici anziani e malati sono stati RAPINATI nel parcheggio dell’EKOM in pieno giorno, ditemi se in un paese che si definisce civile possono capitare queste cose.
    Ci vogliono controlli ma sopratutto ci vuole che quando uno viene arrestato rimanga in galera e non sia libero dopo 2 ore! Ci vuole la CERTEZZA DELLA PENA!

  6. # adriano

    in calo i reati denunciati perché tanto non gli fanno niente anche se li prendono perché non facciamo un sondaggio su quanti reati non denunciati ci sono?

  7. # carmelo

    Per u8go,, la risposta alla tua domanda è,la gente si è rotta di fare denunce per nulla tanto dopo 2 ore sono già fuori e te hai perso una mattina per nulla.

    1. # u8go

      bravo hai capito tutto……allora perchè continui a votare a sinistra.?

  8. # ahinoi

    i reati sono in calo perché alcuni fatti gravi che accadono, con la depenalizzazione che c’è stata, non sono considerati più reati, elementare !!

  9. # Nordico

    Peccato…sono in calo! Potevamo sperare nella top 10 🙁

  10. # Chiara

    Oggi mi hanno di nuovo rubato la bicicletta (l’ultima rubata 2 mesi fa sotto casa), stavolta davanti a lavoro in Via Buontalenti ed in pieno giorno!! E’ evidente che se non si fanno scrupoli, significa che non c’è la paura di essere beccati e di subire una pena. Sono andata dai Vigili Urbani che stanno in centro a fare le multe e mentre gli spiego la situazione pensano a sgridare un tizio che passa col motorino…Mah… Ho chiesto un po’ in giro e chiunque ti dice rassegnato che è successo anche a lui… Quindi perché le forze dell’ordine non lavorano un po’ di più invece di pensare a fare le multe o vessare il povero cittadino??