Cerca nel quotidiano:


Ruba borsone da palestra e smartphone: nei guai

Giovedì 24 Maggio 2018 — 16:01

Mediagallery

Un tunisino di 32 anni è stato indagato in stato di libertà dalla polizia per ricettazione, furto aggravato in concorso con persona rimasta ignota e possesso di oggetti atti allo scasso. L’uomo aveva con sé una borsa da palestra in tela di colore blu contenente alcuni indumenti da ginnastica e detergenti per il corpo, oltre ad un abbonamento relativo ad una palestra della città. Durante la perquisizione è stato trovato in possesso di: un giravite lungo 11 centimetri con manico di colore giallo e nero, un giravite lungo 17 centimetri col manico di colore rosso, un piccone senza manico lungo 24 centimetri di colore rosso, un iPhone 5c di colore giallo senza sim, un Samsung A3 senza sim, un Samsung Note 2 con sim bloccata, un cellulare Komu modello x1 dual sim con una sim ancora inserita e funzionante. Le successive indagini hanno permesso di rintracciare il proprietario del borsone della palestra asportato e tutti i proprietari dei cellulari che sono stati restituiti in sede di denuncia.
Tra le vittime del furto vi era una persona alla quale era stata asportata dalla propria auto una borsa contenente oggetti personali: documenti, portafogli e un Samsung A3 di colore bianco corrispondente ad uno di quelli rinvenuti allo straniero. La signora, all’interno degli uffici di polizia, ha riconosciuto nel cittadino fermato, mediante composizione fotografica, l’autore del furto.

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # comesiamoridotti

    Mamma mia mi immagino i guai che passerà! Una bella ramanzina con la promessa di non farlo mai più e via… di nuovo a lavorare!

    1. # Lucio

      No, infatti era stato fermato il giorno prima, con gli stessi aggeggi del mestiere…

  2. # Franco franco

    Trema tutto