Cerca nel quotidiano:


Ruba una borsa e si nasconde in un ripostiglio: preso grazie alle telecamere

L'uomo aveva derubato una donna mentre stava giocando alle slot machine

Mercoledì 7 Agosto 2019 — 16:07

Mediagallery

E’ finito in manette in seguito all’ennesimo furto effettuato. Questa volta però il borseggio non si è verificato sopra un vagone del treno Livorno-Firenze dove solitamente era dedito alla sua attività criminale, comunque sempre all’interno dell’ambito “stazione ferroviaria”. E’ stato colto sul fatto e accompagnato in carcere un cittadino di origine tunisina che domenica mattina, 4 agosto, è stato smascherato dagli agenti della Polfer i quali sono stati avvicinati da una signora che diceva di essere stata derubata della borsa mentre giocava alle slot machine in un esercizio commerciale proprio all’interno del perimetro della stazione centrale di Livorno.
E’ stato soltanto dopo aver visionato i filmati delle telecamere di servizio e riconosciuto l’uomo, irregolare sul territorio e già gravato di una misura cautelare in carcere emessa dal tribunale di Livorno per i precedenti reati commessi sui treni regionali, che il personale della polizia ferroviaria si è messo alla ricerca del “ladro seriale”.
Una ricerca minuziosa condotta in piazza Dante e nelle vie adiacenti che ha portato al ritrovamento del delinquente, nascosto nel ripostiglio di un giardino di un’abitazione privata. I poliziotti hanno anche rinvenuto la borsetta della vittima abbandonata in un parcheggio non molto lontano dalla stazione. L’uomo è finito nei guai per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale ed è stato accompagnato al carcere delle Sughere di via delle Macchie.

Riproduzione riservata ©