Cerca nel quotidiano:


Ruba zaino di scuola e cellulare dall’auto, rintracciato in mezz’ora. La mamma: “Grazie, ci avete fatto sentire al sicuro”

La donna: "Vorrei fare un elogio all'Arma. Inoltre grazie per come siete riusciti a tranquillizzare mio figlio scosso". Cellulare trovato con moderni mezzi tecnologici e tecniche d’indagine, denunciato un 49enne

Lunedì 28 Marzo 2022 — 20:56

Mediagallery

“Vorrei fare un elogio al comando dei carabinieri, ringraziando di cuore tutti i militari che ci hanno aiutato e che ci hanno fatto sentire al sicuro nella nostra città, per la tempestività e incisività dell’intervento. Ho trovato persone qualificate, professionali. Un grazie anche per come siete riusciti a tranquillizzare mio figlio scosso subito dopo l’accaduto. Ha ritrovato il sorriso, si è sentito al sicuro nella sua città”. A parlare è Claudia alla quale un malvivente, rintracciato in poco tempo dai carabinieri, ha sfondato il vetro dell’auto (nella foto) rubando il trolley scolastico del figlio undicenne, contenente libri di scuola e un cellulare. Alla fine i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Livorno, unitamente a quelli della Stazione Livorno Centro, hanno denunciato un 49enne nordafricano per i reati di ricettazione e indebito utilizzo e falsificazione di strumenti di pagamento diversi dai contanti.
La donna, spiega l’Arma in un comunicato, ha presentato denuncia di furto intorno alle 17 del 23 marzo alla Stazione Carabinieri Livorno Centro. Poco prima aveva subito un furto sulla propria auto parcheggiata all’altezza di Castel Boccale. I militari, sfruttando moderni mezzi tecnologici e tecniche d’indagine, hanno individuato il cellulare alle 17,25 trovandolo in zona piazza XX in possesso del nordafricano poi denunciato.
Nel corso della successiva perquisizione effettuata nell’immediatezza dai carabinieri sono stati rinvenuti al 49enne il telefono cellulare “ricercato”; uno scontrino emesso da un negozio di via Grande, 180 euro, pagato con una carta di pagamento elettronica di dubbia provenienza; una scatola contenente un paio di scarpe nike; 4 carte di credito di dubbia provenienza. I carabinieri sono anche riusciti ad individuare il luogo dov’era stato buttato lo zaino, ovvero zona Apparizione lungo l’argine. Cellulare e zaino sono stati restituiti alla signora.

Riproduzione riservata ©