Cerca nel quotidiano:


Scippata studentessa, secondo caso in 24 ore

Ventiquattr'ore dopo lo scippo in via Brigata Garibaldi, scippo in via Mayer, all'Attias. Vittima una studentessa a cui il malvivente è riuscito a sfilarle lo zaino con all'interno l'iPhone

Venerdì 7 Ottobre 2016 — 07:40

Mediagallery

Ventiquattr’ore dopo lo scippo in via Brigata Garibaldi, di cui vi parliamo nel capitolo sotto, il 6 ottobre intorno alle 20,30 se ne è verificato uno in via Mayer, all’Attias. Stavolta la vittima è una studentessa. La giovane stava camminando quando è stata avvicinata a piedi da un uomo che, indossando un casco e un giubbotto bianco, è riuscito a sfilarle lo zaino al cui interno era contenuto l’iPhone, oltre agli appunti di scuola. Sotto shock ma illesa, la ragazza è riuscita a fornire una descrizione alla polizia intervenuta sul posto: barba, alto e magro. Del malvivente, fuggito in direzione Fossi, al momento però nessuna traccia.

Via Brigata Garibaldi  Stava rientrando a casa intorno all’ora di cena, verso le 19.45 di mercoledì 5 ottobre quando un giovane con un casco scuro in testa, alto, barba incolta, con dei jeans e con un giubbotto nero indosso le si è avvicinato da dietro strappandole violentemente la borsa e correndo via veloce facendo perdere così le sue tracce in men che non si dica. La donna, visibilmente scioccata è riuscita a chiamare subito il 113 che ha inviato sul posto due volanti della polizia. Il tutto è accaduto in via Brigata Garibaldi nel quartiere Fabbricotti mentre la donna stava rincasando con la sua borsa marrone borchiata sotto braccio.
Gli agenti della polizia sono riusciti a trovare la borsetta della signora aggredita e scippata a qualche centinaio di metri di distanza in fondo a via Roma a poche decine di metri dall’incrocio dei Cimiteri della Misericordia. All’interno i documenti e le chiavi di casa. Purtroppo per la malcapitata però il malvivente era riuscito rubare i soldi contenuti nel portafoglio: circa 200 euro in contanti e il bancomat che è stato però prontamente bloccato.
La borsa è stata dunque riconsegnata alla signora, che ha rifiutato le cure mediche, la quale è stata invitata in questura per la denuncia del caso.

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # Carlo

    il problema non sono gli scippi … ci sono e sempre ci saranno , ma le pene comminate. Spesso sono minime, spesso lo scippatore non vede neppure il carcere, e questo sicuramente non è un deterrente, ma anzi, un incentivo per continuare indisturbato.
    Una rom , a Venezia, borseggia e ruba ogni giorno, ed è ogni giorno arrestata, ma essendo SEMPRE incinta, viene, per legge rilasciata. Lei quindi, da anni, continua a borseggiare indisturbata.
    Invece di cambiare la Costituzione … non sarebbe meglio cambiare alcune leggi ?

    1. # LUIGI

      tra le migliaia di considerazioni che appaiano su questo sito è la piu sensata e giusta

    2. # Liburnico

      Bravo Carlo!!! Quoto in pieno!!!

  2. # Sergio

    Inutile stare qui tutti i giorni a scaldarsi ed a commentare le stesse cose: Fin quanto non ci sara’ la certezza della pena purtroppo andata a farsi friggere insieme alla grande bravata dell’approvazione sulla legge delle depenizzazioni, staremo qui giorno e notte a morderci i gomiti senza poter far nulla. La delinquenza locale e non, lo sa benissimo e ne approfittano perche’ solo qui in Italia abbiamo leggi abilmente fuorviate dai nostri politici e che stanno facendo dell’Italia un vero circo diretto da autorevoli clown….

  3. # Sergio

    Inutile stare qui tutti i giorni a scaldarsi ed a commentare le stesse cose: Fin quanto non ci sara’ la certezza della pena purtroppo andata a farsi friggere insieme alla grande bravata dell’approvazione sulla legge delle depenalizzazioni, staremo qui giorno e notte a morderci i gomiti senza poter far nulla. La delinquenza locale e non, lo sa benissimo e ne approfittano perche’ solo qui in Italia abbiamo leggi abilmente fuorviate dai nostri politici e che stanno facendo dell’Italia un vero circo diretto da autorevoli clown….

  4. # Cittadino

    Ma io mi chiedo, possibile che nessuno sia andato a rincorrerlo? Chiamiamo Forrest Gump!

  5. # Sara

    Nogarin Dimettiti, la citta’ non è sicura, ci manca il PD!

    1. # Sono populista no pidiota

      Casomai ci manca la lega

      1. # Rosso Dentro

        Casomai ci manca ir grande P.C.I.

      2. # viva fidel

        Te mettici anche ‘uella, così un ci si fa mancà nulla.

  6. # paolo.

    In città è in corso un altro fenomeno,il furto giornaliero di biciclette.Nell’arco di un mese sono sparite la mia e quella di mia figlia,peraltro parcheggiate e chiuse regolarmente in zone di alta visibilità.Mi viene da pensare che dietro a questa emergenza ci sia lo zampino dei cosiddetti profughi;forse sbaglio e colpevolizzo persone innocenti,ma vi siete mai chiesti come fanno questi ragazzi a procurarsi le bici,visto che sarà difficile che abbiano i mezzi finanziari per acquistarle!

    1. # alberto quello vero

      se son buone finiscono in Romania oppure qualche paese dell’est,, altrimenti vengono vendute a quei personaggi che vediamo in giro,,,qualche altra serve al ladro !!