Cerca nel quotidiano:


Scontro al rondò: 40enne in shock room

Lo scooterista è stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso di Livorno. Sulla dinamica indaga la municipale

Sabato 15 Aprile 2017 — 16:17

Mediagallery

Scontro al rondò di viale Boccaccio avvenuto intorno alle 15,15 di sabato 15 aprile tra una Citroen C3 guidata da un uomo di circa 70 anni e uno scooter People One alla cui guida c’era un uomo di 40 anni che ha avuto la peggio. Sul posto si è precipitata un’ambulanza della Misericordia di via Verdi per prestare soccorso immediato al 40enne che ha riportato un grave trauma cranico commotivo con perdita momentanea di coscienza. Lo scooterista, a seguito della grave caduta, è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso di Livorno dove è stata allertata la shock room. Sul luogo dell’incidente una pattuglia della guardia di finanza, che ha coadiuvato gli agenti della municipale giunti con due pattuglie in moto e un’autopattuglia, per ascoltare le testimonianze ed effettuare i rilievi del sinistro ai fini di far luce sulla dinamica dell’incidente. Illeso il conducente dell’auto il quale non ha necessitato di cure mediche.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # lisa

    un grazie grande ai vigili urbani che con i controlli sono gli unici a cercare di mettere un po’d’ordine ad una viabilità bruttissima e alla sosta impossibile che questa amministrazione ha portato a Livorno. Grazie anche per tutti gli incidenti che rilevano con grande professionalità come dimostrano tutti i giorni negli incidenti più piccoli a quelli piùgravi come quello del povero Jacopo

    1. # John

      Peccato che sono in pochi quelli che rispettano le regole del codice della strada, quindi la viabilità c’entra ben poco. Sempre pronti a sparare sentenze sulla amministrazione , ma mai che si apra gli occhi alla realtà.

      Tutti che corrono, metà che parlano al cellulare, chi non rispetta le precedenze, chi non si ferma agli stop, chi ti supera a destra ….. Altro che viabilità .

      Sveglia !!!!

  2. # luciano

    Le rotonde non sono fatte per essere “tagliate”. occorre seguire la segnaletica orizzontale nella corsia destra con la freccia a sinistra finché si occupa la rotonda cambiando la freccia a destra poco prima di uscirne. Sarebbe semplice … tutti si arrabbiano per le rotonde e vanno a dritto senza rispetto delle regole e degli atri. Patapunfete

  3. # Pina bellato

    Innanzitutto auguri di pronta guarigione allo scooterista! Colgo l occasione per indicare agli agenti della municipale, di non fare solo le multe facili ai divieti di sosta che comunque non feriscono nessuno, ma di mettersi nel mezzo ai Tondi per vedere come si comportano gli automobilisti (per lo meno il 50 per cento) quando devono entrare nel tondo mentre arriva uno scooter!!! Non si fermano MAI! Al massimo rallentano, ma comunque entrano, e ti obbligano a frenare in curva, che su due ruote è pericoloso, o a cambiare traiettoria altrettanto pericoloso.
    Non gli farei la multa (tanto poi non la pagano) , ma la prima volta gli sospenderei la patente per una settimana. Alla seconda, un mese . Alla terza per sempre!!!
    Buona Pasqua a tutti.

    1. # astra neratop

      Ti sei dimenticata di dire degli scooter che quando rallenti per la presenza della rotatoria ti passano a destra e a sinistra perchè loro non hanno “tempo da perdere” e devono passarti avanti magari tagliandoti la strada.

  4. # Fabio

    Rotatorie, queste sconosciute….. A Livorno meno di un veicolo su dieci percorre le rotatorie con due o più corsie in modo corretto, i e risultati sono questi….
    Chi non dà la precedenza, chi entra nella rotatoria nella prima corsia libera infischiandone se deve uscire alla prima o alle successive, chi la percorre in corsia esterna e non esce alla prima uscita disponibile, chi percorre le corsie interne e poi se la pensa e esce tagliando la strada a tutti, senza poi contare chi e’ semplicemente “furbo” e taglia i cordoli come se fosse a LeMans…….

  5. # Beppe

    Le rotatorie così come e dove sono state strutturate vanno abolite, meglio tornare ai semafori e a Livorno poi, nessuno ha ancora capito chi ha la precedenza ( possibile sia così difficile) prima o poi ci scappa il morto, e andrebbe chiamato a risponderne anche il Comune! Le rotatorie in tutti i paesi confinanti con noi sono costruite sulla circolazione extraurbana!

    1. # Fabio

      …mi sa che te all’estero non ci sei mai stato…..

  6. # Cinzia

    A tutti coloro che che danno la colpa alle rotatorie e non all’indisciplina dei guidatori sia scooteristi che automobilisti… vorrei ricordare l’incidente mortale della scorsa settimana al SEMAFORO di Viale Boccaccio/Via Ferrigni…

  7. # Ameleto

    Le frecce (all’indiani?)…Le precedenze (a destra o sinistra?) …Chi entra deve o dovrebbe dare la sinistra?…Coloro che vanno a destra lo devono indicare?…Chi gira perchè non lo comunica a coloro che transitano?…Possibile che nessuno ricordi il CdS o con le rotatorie bisognerà introdurre metodi nuovo?….