Cerca nel quotidiano:


Sette chili di marijuana nei sacchi: presi due giovani. Carabinieri, quasi un arresto al giorno. I dati

In manette due cittadini albanesi di 30 e 21 anni. I due sono stati seguiti e fermati poco prima dello scambio di sostanza stupefacente che, immessa sul mercato, avrebbe fruttato tra i 70 e gli 80mila euro

Martedì 16 Gennaio 2018 — 12:32

Mediagallery

Nella mattinata di lunedì 15 gennaio i carabinieri del Nucleo Investigativo di Livorno hanno arrestato due cittadini albanesi (clicca qui – Carabinieri, quasi un arresto al giorno. I dati). Si tratta di Mariglen Sheraj, 30enne, con precedenti specifici, residente a Livorno, e Andi Hoxhaj, 21enne, perché trovati in possesso di oltre 7 kg di marijuana.
All’arresto i carabinieri sono giunti a conclusione di una complessa attività d’indagine partita da un’indicazione riguardante uno straniero che trafficava droga nei pressi di piazza XX Settembre, trasportando lo stupefacente avvolto in sacchi per l’immondizia.

Ed è così che i militari del Nucleo Investigativo di Livorno si sono messi subito al lavoro per identificare il finto trasportatore del pattume. Sono stati “scandagliati” tutti gli abitanti, di nazionalità albanese, della zona di piazza XX Settembre e delle vie limitrofe. Sono stati effettuati numerosi servizi di osservazione e pedinamenti, ed è stata avviata una vera e propria attività d’indagine fino a quando non è stato trovato il riscontro all’indicazione che lunedì 15 gennaio ha avuto il suo epilogo.
I carabinieri hanno seguito il sospettato, lo hanno visto entrare in un bar di via De Larderel, sino a quando si è incontrato con un giovane connazionale. I due dopo essersi scambiati poche parole uscivano dal bar e ciascuno a bordo della propria auto hanno percorso alcune strade, proprio adiacenti piazza XX Settembre. I militari non hanno avuto dubbi: le modalità dell’incontro erano fortemente sospette, pertanto, gli operanti decidevano di sottoporre a controllo le autovetture. Nonostante il tentativo di eludere il controllo il giovane cittadino albanese è stato bloccato e identificato come Andi Hoxhaj, 21enne. Sulla sua autovettura sono stati trovati, all’interno di un sacco nero, proprio come quello della spazzatura,  circa 7,2 chilogrammi di marjiuana. Era evidente che la droga fosse destinata al connazionale Sheraj. I due sono stati arrestati e condotti alle Sughere. Entrambi devono rispondere di traffico illecito di stupefacenti. La droga immessa sul mercato illecito avrebbe fruttato tra i 70 e gli 80mila euro.

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Diode

    Marijuana… Legale o altamente tollerata un po’ovunque. Legalizziamo la marijuana e che i carabinieri pensino a reati seri finalmente.

  2. # Oi Oi

    Ma de è uso personale……

  3. # Carlo

    carcere , scontare la pena ed espulsione coatta o meglio ancora carcere in Albania.
    Spero solo che dopo il 4 Marzo questi sogni diventino realtà…

  4. # Stella

    Bene, avanti così! Cambierei solo una cosa, se potessi: “I due sono stati arrestati, quindi espulsi e consegnati alla frontiera alla polizia albanese”. Mi sentirei più tranquilla, perché tanto fra qualche tempo te li ritrovi per la strada a combinarne qualche altra!…

  5. # frangiac

    Ma guarda un po’ !!! notizia quasi all’ordine del giorno

  6. # nedo

    non capisco da cosa appaia l’evidenza “che la droga fosse destinata al connazionale Sheraj”. Se tutto si è svolto come narrato nell’articolo a carico di Mariglen Shera non emerge alcuna prova oggettiva.

  7. # Carlo

    abbiamo accordi bilaterali con Albania, Ucraina, Moldavia, Tunisia, Marocco , Senegal, Algeria .. etc… non capisco perchè ci dobbiamo tenere e mantenere i clandestini che delinquono di questi paesi. ESPULSIONI IMMEDIATE !!!

  8. # giancarlo

    ANCHE OGGI NIENTE DI NUOVO !!!!!