Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Sfondò le transenne e finì fuori strada: arrestato ricercato per tentato omicidio

Giovedì 23 Giugno 2022 — 13:42

Foto risalente a quella sera

Avrebbe sfondato le transenne in via del Vecchio Lazzaretto. Ricercato per un grave reato nel foggiano è stato arrestato dai carabinieri

L’episodio risale alla notte del 19 dicembre 2021 (clicca qui per leggere l’articolo). Come si legge in un comunicato inviato dall’Arma un uomo, alla guida di un’Opel Astra, si lanciò contro le transenne poste all’esterno di un locale pubblico, mettendo a rischio l’incolumità delle persone presenti. Il personale addetto alla sicurezza tentò di fermare il veicolo senza però riuscirci. Sul posto intervennero i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Livorno che dopo poco riuscirono ad individuare l’auto. L’Opel Astra era uscita fuori strada in via San Marino, non molto distante da via del Vecchio Lazzaretto, ed ivi abbandonata. Il veicolo risultava essere stata oggetto di furto poche ore prima.
Coordinate dalla Procura di Livorno, vengono avviate dai carabinieri le indagini dirette ad identificare il conducente dell’Opel Astra rubata. I militari acquisirono subito i video del locale e le testimonianze di alcuni presenti da cui sarebbe emerso che l’uomo, poco prima, aveva esplicitamente minacciato il personale addetto alla sicurezza di quel locale di compiere l’azione di cui si sarebbe reso responsabile. Le indagini sono tuttora in corso e le responsabilità dell’uomo dovranno essere accertate in sede processuale. Tuttavia, dal quadro indiziario ricostruito dai Carabinieri di Livorno si tratterebbe di un soggetto domiciliato in provincia di Foggia.

L’indagato, irreperibile, era ricercato dal 14 maggio del 2021, a seguito di un provvedimento emesso dal Tribunale di Foggia. Solo pochi giorni prima, il 5 maggio 2021, infatti si era reso responsabile di un tentato omicidio a Cerignola (FG). Ricercato, l’uomo è stato rintracciato l’altra sera dal N.O.RM. di Livorno. Messo agli arresti domiciliari in esecuzione del provvedimento dell’autorità giudiziaria di Foggia è stato denunciato alla Procura di Livorno.

Condividi:

Riproduzione riservata ©