Cerca nel quotidiano:


Sfruttamento della prostituzione, arrestato anche un 78enne. “Clienti dai 18 ai 60 anni”

Indagine della polizia municipale durata due anni: 78enne livornese ai domiciliari e 27enne cinese in carcere, indagate due cinesi. Le case erano frequentate da persone tra 18 e 60 anni

Giovedì 11 Giugno 2020 — 16:52

Mediagallery

Risultano estranei alle indagini i proprietari degli appartamenti coinvolti. Il blitz del 10 giugno ha visto coinvolti 45 agenti della municipale fra uomini e donne

Un 78enne livornese ai domiciliari e un 27enne cinese in carcere, entrambi con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Indagate per sfruttamento in concorso della prostituzione due donne cinesi di 51 e 50 anni. Il tutto a conclusione di una indagine della polizia municipale e coordinata dalla Procura (foto Amore Bianco), indagine iniziata a seguito di segnalazioni da parte di residenti insospettiti da uno strano viavai e durata 2 anni. Sottoposti a sequestro preventivo tre appartamenti in città (risulta coinvolto un quarto appuntamento però non è stato sequestrato) – due tra piazza Cavour e piazza XX, uno in via Provinciale Pisana e uno in zona viale Italia – e uno a Empoli, collegato al giro di prostituzione livornese. Durante questi due anni di indagine sono state utilizzate da parte degli inquirenti le intercettazioni telefoniche e i pedinamenti. “All’interno di queste case si recavano persone italiane, per lo più livornesi, di età compresa tra i 18 e i 60 anni e di ogni estrazione sociale” hanno spiegato nel corso della conferenza stampa (diretta Fb) del 11 giugno la comandante della polizia municipale Annalisa Maritan (foto principale), Marco Vaccai dirigente della sezione investigativa municipale e la vice di Vaccai Elisa Esposito. Il 78enne livornese, secondo gli inquirenti, aveva il ruolo di gestire le ragazze e organizzare gli incontri. Il 27enne cinese aveva quello di intermediatore. Risultano estranei alle indagini i proprietari degli appartamenti coinvolti. Le case erano allestite all’uso che se ne doveva fare. Il culmine dell’indagine, il 10 giugno, ha visto coinvolti 45 agenti della municipale fra uomini e donne. Sequestrati anche i conti correnti delle persone sottoposte ad indagini,
documenti e materiale cartaceo. “Questa indagine – ha affermato Maritan – testimonia il costante controllo del territorio da parte della nostra municipale. L’operazione è nata dall’attività investigativa degli agenti che si sono resi conto di alcuni spostamenti anomali. Mi preme ringraziare tutto il personale che ha dato prova ancora una volta di competenza e professionalità, perché è stato vero lavoro di squadra dei vari settori. Tengo a ringraziare anche i colleghi di Empoli per la preziosa collaborazione e per la perfetta sintonia con cui abbiamo operato, anche nella fase più delicata dell’operazione”.

Riproduzione riservata ©