Cerca nel quotidiano:


Medico si lancia dal ponte davanti ai bagnanti

Tragedia a Calignaia. Un uomo di 48 anni, chirurgo plastico di Pisa, si è lanciato dal ponte davanti a decine di bagnanti. Poco prima aveva lanciato dall'alto sulla spiaggia dei sassi e il suo zaino. Ritrovata in strada la moto con le chiavi nel quadro. Una ragazza decide di lasciare un mazzolino di fiori vicino alla salma

Domenica 17 Luglio 2016 — 13:12

Un uomo di 48 anni, chirurgo plastico del centro grandi ustionati di Pisa, si è lanciato dal ponte di Calignaia (foto Lanari). La tragedia si è consumata il 17 luglio, poco dopo mezzogiorno. In base a quanto ricostruito, intorno alle 8 era stato notato camminare sul ponte dal bagnino della società “Marematto”. Verso le 10, sempre dal ponte, sono piovuti nella spiaggia sottostante alcuni sassi, un pezzo di nastro adesivo e una bottiglia di plastica. “Come se ci stesse dicendo di fare spazio”, ha raccontato qualche bagnante al nostro cronista. “Voleva essere sicuro di non trovare nessuno sotto di lui”.
Poi, poco prima di mezzogiorno, l’uomo ha lanciato anche il suo zaino. Infine, sdraiato sulla struttura di cemento in semicerchio che si trova appena sotto il livello della strada, e raggiungibile dal sentiero che porta alla spiaggia, è stato visto parlare al cellulare per una decina di minuti prima di compiere l’estremo gesto. Inutili tutti i soccorsi e i tentativi di una vigilessa di farlo desistere. Sul posto Svs, Misericordia di Antignano, municipale, polizia, scientifica e vigili del fuoco. Nello zaino sarebbero state trovate tre lettere di addio – datate 7 e 14 luglio e contenenti messaggi ai propri familiari e disposizioni alle forze dell’ordine – e delle corde forse usate per calarsi dal ponte al sottoponte. In strada c’era la moto con le chiavi sempre inserite nel quadro. Ancora sconosciute le cause che hanno spinto l’uomo a lanciarsi. “Io ero appena uscita dall’acqua – spiega una 18enne – e ho visto il corpo lanciarsi nel vuoto. Mio padre ha preso l’asciugamano viola ed è corso a tapparlo”. La stessa giovane, come dimostra la foto, ha poi deciso di lasciare un mazzolino di fiori vicino alla salma. “Mio oddio che orrore”, le urla in spiaggia di chi come una coppia di anziani ha assistito a tutta la scena.
All’interno della borsa, lanciata poi sull’arenile dal chirurgo, sono stati ritrovati anche dei coltelli e un taser che l’uomo aveva portato con sé forse proprio per evitare che qualcuno potesse dissuaderlo dal suo estremo gesto.

 

Riproduzione riservata ©

12 commenti

 
  1. # Marco

    Ma dalle 8 che è stato notato nessuno ha fatto niente per farlo desistere o soccorrerlo??? RIP!!!

    1. # Luciano

      Ti dice niente????

      “Inutili tutti i soccorsi e i tentativi di una vigilessa di farlo desistere.”

      1. # ligabue

        L’unica possibilità era il materasso gonfiabile dei Vigili del Fuoco se c’era il tempo indispensabile per attrezzarlo ! Speriamo ci abbiano pensato

  2. # arianna

    Non ci sono parole per queste tragedie riposa in pace lasciano tanto sconforto queste notizie

  3. # vittoriano

    Perché non mettere una rete per far desistere dal lanciarsi

    1. # LabroniDOC

      La rete c’è già, ma purtroppo non c’è barriera che riesca a vincere contro una decisione così drastica…

  4. # Ginevra

    Sono “la 18enne” mi chiamo Ginevra ed ho 15 anni.
    La scena é stata scioccante: vedere una persona gettarsi da un ponte è un fatto che non auguro a nessuno. Provo molto dispiacere per questo chirurgo che, a causa di tanto dolore, ha deciso di togliersi la vita e lasciare un mazzolino di fiori mi é sembrato il minimo da fare
    Non ho parole per esprimere esattamente ció che ho provato ma spero vivamente che non accada nuovamente.
    Detto questo, R.I.P. signor chirurgo

    1. # Pippero

      Un bel gesto, brava.

    2. # Miela

      Grazie Ginevra per il bel gesto. Sono la compagna di lui. Sono molto sconvolta ??

    3. # rosario

      grazie di cuore Ginevra!
      Rosario, il fratello.

  5. # Peterpan

    Poverino, ma cosa dici ci voleva l’omoragno!

  6. # angelo

    O Signori accogli presso di te quest’anima tormentata. L’eterno riposo dona a lui Signore riposi in pace. Amen