Cerca nel quotidiano:


Si tuffa con un coltello in mano e si ferisce

E' stato necessario l'intervento di un soccorritore della capitaneria di porto che si è tuffato in mare raggiungendo poi la riva con il ferito

Domenica 21 Agosto 2016 — 16:06

Mediagallery

Un livornese di 53 anni  si è tuffato imprudentemente con un coltello da sub per far patelle e si è ferito così alla gamba nel mare antistante la scogliera di Calafuria. La richiesta di soccorso è pervenuta intorno alle 10:30 alla sala operativa della capitaneria di porto di Livorno da parte della Misericordia di Antignano chiamata ad intervenire per le cure mediche immediate. Sul posto è stata inviata una motovedetta della guardia costiera e dirottato un mezzo della Svs già in mare nella vicina zona di Ardenza. I mezzi sono arrivati intorno alle 11 ed è stato necessario l’intervento di un soccorritore della capitaneria di porto che si è tuffato in mare raggiungendo la riva. Il ferito è stato così prelevato e trasportato dal militare, abilitato al salvamento, fino al mezzo nautico della Svs che lo ha tratto a bordo.
AMBULANZA MISERICORDIA ANTIGNANO CALIGNAIALe operazioni si sono svolte più agevolmente rispetto ad altri episodi analoghi successi negli ultimi giorni, grazie al mare calmo e vento debole e alla collaborazione dello stesso infortunato, perfettamente cosciente, ma non in grado di camminare per risalire la scogliera. Al molo di Antignano, dove i mezzi sono giunti velocemente, è stata predisposta un’ambulanza della Misericordia che ha successivamente condotto il ferito all’ospedale di Livorno per le cure del caso. Le condizioni, tuttavia, non sembrano destare preoccupazione. La gestione dell’emergenza, coordinata dalla guardia costiera, ha fornito ulteriori segnali positivi sulle capacità di cooperare tra i diversi soggetti competenti al soccorso sanitario a terra ed al soccorso in mare, già testate in una complessa esercitazione di circa una settimana fa. Si ricorda l’importanza del numero blu gratuito 1530, attivo su tutto il territorio nazionale 24 ore su 24, per richiedere in caso di emergenza assistenza immediata alla capitaneria di porto più vicina.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Massimo

    Due mezzi in opera per un gesto del genere. Ma se iniziassimo ad addebitare i costi di questi interventi che avvengono per palese disattenzione/imprudenza? Forse la gente ci starebbe un po’ più attenta. ..

    1. # roby

      ECCO IL FURBACCHIOTTO DI TURNO, IL PERFETTINO CHE FA TUTTO BENE E NON LI SUCCEDE MAI NULLA

      1. # Madsimo

        Se ti fai male perché sei disattento non è giusto che paghi la comunità. Punto e basta

    2. # GabS

      condivido in pieno!

  2. # De ma de !!!

    Che Torsolo! Buona pronta guarigione

  3. # Leo

    “Non si cammina con cose appuntite”. Lezione n. 1 primi passi. 18 mesi.

  4. # PIRATA

    Roba da pisani…un paio di ponci di pronta guarigione!

  5. # ADRIANO

    questo sicuramente è di origine pisana o fiorentina un livornese puro nato sugli scogli non può fare simili cose

  6. # MAURO

    De’….e si che non sei neanche piccino!