Cerca nel quotidiano:


Sicurezza, “testuggini” a protezione degli eventi

Sono già una settantina le manifestazioni pubbliche cittadine, da Effetto Venezia 2017, nelle quali sono state già utilizzate. A breve verranno messe in campo anche per la sagra del Baccello

Giovedì 12 Aprile 2018 — 19:55

Mediagallery

Sono già una settantina le manifestazioni pubbliche cittadine, da Effetto Venezia 2017, nelle quali sono state utilizzate (assieme ad altre misure, tra cui vie di fuga, formazione del persone sulle norme antincendio ecc…). Parliamo delle testuggini. Il nome ci ha incuriosito avendolo letto nella delibera fresca fresca relativa allo svolgimento della sagra del Baccello del 6 maggio in via dei Pelaghi (per questo evento verranno impiegate due testuggini) e abbiamo voluto saperne di più. A spiegare di cosa si tratta è la neo vice comandante della polizia municipale Michela Pedini (nella foto di Simone Lanari in pagina) raggiunta telefonicamente da Quilivorno.it: “Sono barriere anti intrusione, in ottemperanza alla circolare Gabrielli, contro il passaggio di eventuali veicoli non autorizzati. Di fatto – spiega Pedini – sono transenne solo che essere posizionate in orizzontale, nella maniera classica, sono legate tra loro a formare un triangolo. A loro volta sono legate insieme in modo da formare una sorta di muraglia solida. Un eventuale impatto di un mezzo ne rallenta la marcia. Queste transenne, a mo’ di testuggine, le abbiamo introdotte come cosiddetta cautela di safety. Sono circa 70 gli eventi, sia minori che non, nei quali abbiamo fatto uso di questo tipo di protezione”.

Riproduzione riservata ©