Cerca nel quotidiano:


Smurano la cassaforte e speronano i carabinieri: salvata la refurtiva

Il titolare del supermercato Zona a QuiLivorno.it: "Devo ringraziare i carabinieri per il pronto intervento e per il coraggio dimostrato"

giovedì 25 Luglio 2019 11:53

Mediagallery

Alle ore 2.25 circa nella notte tra mercoledì 24 e giovedì 25 luglio, è arrivata una telefonata al 112 da parte di un abitante della zona che ha segnalato un furto in via Masi all’interno del supermercato all’ingrosso “Zona”, sventato prontamente dall’intervento dei carabinieri. I militari sono stati tempestivamente inviati sul posto, dove imboccando la stessa via Masi, hanno cercato di fermare un furgone di colore bianco.

I carabinieri hanno fermato l’auto di servizio in mezzo alla carreggiata cercando di impedire il transito al veicolo in fuga che, incurante della loro presenza, li ha speronati non riuscendo tuttavia a liberare il passaggio in modo tale da proseguire. Dal forte impatto frontale tra i due veicoli sono usciti illesi i due carabinieri i quali, nonostante l’incidente, hanno provato ad inseguire a piedi quattro malviventi incappucciati scesi dal furgone. I delinquenti si sono sparpagliati correndo in diverse direzioni facendo così perdere le proprie tracce.
I due militari intervenuti, pienamente coscienti e senza aver riportato gravi conseguenze nell’immediatezza, sono stati comunque accompagnati al pronto soccorso per gli opportuni accertamenti sulle loro condizioni fisiche.
Sul posto sono arrivati in supporto i carabinieri della stazione di Montenero e gli agenti della polizia di Stato in supporto per le ricerche, il personale della polizia municipale invece è sopraggiunto per i rilievi dell’incidente stradale.
Il furgone era stato rubato poco prima ad una ditta livornese.
All’interno del veicolo è stata trovata la cassaforte appena asportata dal negozio, con all’interno una cifra ancora da quantificare con precisione, ma verosimilmente di circa diecimila euro.

I malviventi, dopo aver tranciato la catena del cancello d’ingresso del piazzale del supermercato, hanno utilizzato il furgone appena rubato per sfondare le porte a vetri d’ingresso. Grazie all’utilizzo di un frullino, dei piedi di porco e delle fasce in cordura, è stata smurata la cassaforte subito caricata sul mezzo. Il tempestivo intervento dei carabinieri ha scongiurato, per fortuna, la riuscita del furto. Il furgone, la cassaforte e il contenuto sono stati immediatamente restituiti ai legittimi proprietari.  I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno effettuato i rilievi relativi alle tracce lasciate in tutti i luoghi interessati dall’episodio, con la ricerca e l’acquisizione di tutte le immagini dei sistemi di videosorveglianza disponibili nella zona.

IL DIRETTORE DI ZONA LIVORNO, ANTONIO ANIA

“Vorrei ringraziare di cuore i carabinieri per quello che hanno fatto per noi – ha commentato il direttore di Zona Livorno, Antonio Ania, parlando con QuiLivorno.it – Non è da poco e non è da tutti. I carabinieri intervenuti stanotte hanno avuto coraggio da vendere, rapidità di esecuzione. Grazie a loro non è andata persa la refurtiva. Certo – continua Ania – i danni fatti sono ingenti ma un grazie doveroso ai nostri tutori dell’ordine va fatto”.
Ania passa poi a raccontare quei momenti. “L’allarme è suonato alle 2.22 di notte. Io alle 2.32 ero già qui sul posto ed era già avvenuto lo scontro con la gazzella dei carabinieri – spiega il direttore del supermercato all’ingrosso –  L’intervento dei militari è stato davvero immediato. E il tutto grazie a un residente qui accanto che è stato svegliato nel cuore

LA GAZZELLA DEI CARABINIERI SPERONATA DAL FURGONE IN FUGA

della notte dal frastuono. Ci ha detto che inizialmente pensava fossero i lavori della ferrovia, poi ha capito che c’erano i ladri qui da noi e ha fatto partire la telefonata al 112. La cassaforte era ancora all’interno del furgone. Meno male. I ladri hanno utilizzato il furgone come ariete spostando prima i “panettoni” di cemento messi davanti all’ingresso. Il furgone, risultato poi rubato, aveva un gancio in fondo legato ad una corda. Con questo hanno sradicato la cassaforte e l’hanno caricata a bordo. Per fortuna che la tempestività dei carabinieri ha evitato che riuscissero a scappare con i soldi. I ladri sono poi sgattaiolati sparpagliandosi chi scavalcando il muro della ferrovia e chi fuggendo tra i cortili delle case qui in zona”.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Giulio Ignazio

    È un luogo comune dire “tanto se li chiami non vengono”, grandi i Carabinieri intervenuti. Tutti giorni le Forze dell’Ordine svolgono il loro lavoro per la tutela di tutti. A quella gentaglia bisognerebbe fargli pagare tutti i danni.

  2. # adriano

    tanto se li prendevano tre ore in cella poi denuncia a piede libero. e via a casa nuovo giorno nuovi furti e quei disgraziati per 1500 euro al mese a rischiare la vita per arrestarli, non è che ci vorrebbe una riforma della giustizia?

    1. # 0586

      È un lavoro anche quello delle forze dell’ordine,come molti altri, quando uno decide di intraprenderlo lo sa bene che il rischio è alto e lo stipendio da fame

    2. # Enrico65

      Hai ragione!! Concordo in pieno! I 2 militari hanno e rischiano la vita per poche migliaia di euro poi se li avrebbero presi non avrebbero neanche passato la notte in cella ma che giustizia e leggi abbiamo?!! Una pronta guarigione ai 2 tutori della legge!!

      1. # Italiano

        Enrico 65…..Se li avessero presi

    3. # Franco

      per Adriano. SI

  3. # Carlo

    riformare la giustizia !! aumentare le prigioni !!! diminuire sconti di pena, indulti, amnistie!!! questo chiede il popolo

  4. # Leonardo

    Dovere è dire BRAVI a questi “uomini” che ci tutelano e controllano le nostre case!!…Sono pochi, “malpagati” e rischiano da “padri di famiglia” la vita contro coloro che “non hanno niente da perdere”…..Bisognerebbe che ce ne fossero almeno il doppio, però diamo fiducia a questi “pochi”…Grazie….

  5. # VOLTONE

    ma che commenti , la situazione è questa, forse troppa democrazia, ma chi comanda, o anche tutti i partiti insieme non cambiano questo andazzo che agli occhi della gente è proprio una schifezza, non si capisce a chi giova, chi pensa di saperne il motivo sarei lieto lo esternasse, grazie SEMPRE FORZA LIVORNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.