Cerca nel quotidiano:


Sorpresi a spaccare i finestrini con una pietra: arrestati

Proseguono i controlli della polizia: identificate 25 persone e controllate 10 auto in piazza della Repubblica. Arrestati due uomini nel parcheggio davanti al cinema The Space (un'agente ferita) e una donna a Porta a Mare

giovedì 11 ottobre 2018 10:47

Mediagallery

Proseguono i controlli della polizia. Nella serata del 9 ottobre, con l’ausilio del reparto prevenzione crimine toscana, in piazza della Repubblica sono state identificate 25 personecontrollate 10 auto. Il 10 ottobre la polizia è intervenuta alla Coop di Porta a Mare dove Dimitri Veronika (nome riportato nel comunicato inviato dalla questura l’11 ottobre), 35 anni, livornese, si era resa responsabile di una rapina impropria provocando lesioni alla vigilanza che aveva cercato di bloccarla dopo aver consumato il furto all’interno del supermercato. La donna è stata arrestata e condotta ai domiciliari al proprio domicilio in attesa della direttissima.
Sempre il 10 ottobre, intorno alle 23.10, c’è stato poi un intervento nel parcheggio del cinema The Space a seguito di diverse segnalazioni relative a due soggetti che, dopo avere infranto i vetri delle auto in sosta con l’uso di una grossa pietra (nella foto), si introducevano all’interno per perpetrare furti. Gli agenti hanno bloccato entrambi cogliendo uno dei due ancora all’opera. Identificati in Jertila Mohamedali 28 anni, tunisino, e Belloumi Issame, 19 anni, di Caltagirone (entrambi i nomi riportati nel comunicato), nel corso della perquisizione sono stati trovati in possesso di un Gps satellitare e vari oggetti rubati all’interno delle auto, tutti restituiti ai proprietari. I due sono stati arrestati e condotti in carcere in attesa della direttissima. Un’agente è rimasta ferita: prognosi di 7 giorni a seguito della sia pur breve colluttazione avuta con uno dei due al momento del fermo. I servizi, anche straordinari, di controllo e prevenzione disposti dal questore Suraci continueranno incessanti.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Gino

    Il nuovo Questore sta lavorando molto bene. Purtroppo, mancano le vere espulsioni e rimpatrio per gli stranieri delittuosi….aspettiamo la politica

  2. # Benito Brizzolini

    IO STO CON I RAGAZZI DELLA MOBILE!

  3. # Stefano

    Sig. questore continui così. 👏👏

  4. # #CLOE

    Suraci,finalmente un questore (e uomo) con gli attributi. Sempre che lo facciano lavorare senza bastoni tra le ruote… sta dimostrando che sa il fatto suo; quindi ADESSO ognuno stia al suo posto e non si permetta più di giudicare l’operato della Polizia!

  5. # max

    Viva la Polizia , viva l’Italia !

  6. # Robe

    Grazie Grazie Grazie. Sig. Questore la preghiamo continui così… avevamo bisogno di un uomo come lei…. Grazie ai suoi agenti… speriamo che i giudici non inficino il vostro operato!!!!

  7. # Max

    Vanno espulsi… altrimenti è tutto inutile

  8. # Libero

    Con la speranza che la magistratura non vanifichi l’ottimo rischioso lavoro, svolto, come sempre, dalla Polizia di Stato!

  9. # PirataTirreno

    Che dire… pienamente d’accordo con i commenti precedenti. GRAZIE al nuovo Questore, a tutte le forze dell’ordine e speriamo che la legge e la politica si attivino quanto prima per non vanificarne l’operato.
    P.S. spero vivamente che il prima possibile le forze dell’ordine possano contare sul TASER, nonostante il nostro sindaco abbia manifestato il proprio disaccordo (e non capisco il perché…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive