Cerca nel quotidiano:


Spacca i vetri delle auto: arrestato

Arrestato per danneggiamento aggravato dalla polizia un uomo di 47 anni dopo essere stato sorpreso a rompere i vetri delle auto nel parcheggio di via Masi

mercoledì 19 Giugno 2019 17:51

Mediagallery

Un uomo di 47 anni è stato arrestato per danneggiamento aggravato dalla polizia dopo essere stato sorpreso a rompere i vetri delle auto in sosta nel parcheggio di via Masi. Alla vista dei poliziotti ha cercato di guadagnarsi la fuga ma è stato subito raggiunto: almeno sei le vetture, alcune di queste con targa estera, danneggiate. In attesa dell’udienza di convalida che si terrà il 20 giugno sono stati disposti gli arresti domiciliari. Su di un’auto parcheggiata nel piazzale la polizia ha lasciato un avviso in cui è scritto di contattare il 113 per il furto subito.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Arturo Sentini

    Livornesi al pascolo

  2. # Patrizia

    Si ora le sistema tutte! Arrestato ai domiciliari a me questa cosa fa incavolare parecchio stasera sarà di nuovo a fare danni in barba ai cittadini onesti. 😠

  3. # Piccio

    Domani sarà già fuori….

  4. # Claudio

    Mi auguro/ci auguriamo che sia lo stesso che nella zona via Zola,via Bandi,via Martini (anche in un parcheggio privato interno),via Guarducci ha rotto i vetri di almeno 15 auto.

  5. # federico

    maledetto 2 volte in un mese me li ha sfondati scrivete in nome per favore

  6. # Libero

    Il rispetto per il prossimo è morto! Sembra di vivere in una jungla!!!

  7. # Andrea

    Nella zona di piazza 2 giugno ne avranno rotti 60 negli ultimi 6 mesi. Una volta è toccato a me, ad amici è andata peggio… Io ci ho lasciato 350 euro, che spero spenda di medicine. Oltre al tempo perso, al lavoro perso. Mi domando perché non si possano mettere telecamere per evitare queste cose. A meno che non sia parente di qualcuno che ripara i vetri in città…

  8. # Carlo

    la sinistra non vuole capire che al cittadino è la microcriminalità incontrollata e sempre scarcerata o domiciliata che importa.

  9. # Teseo

    Già, come è protetto chi delinque se non è italiano? Niente nome, e libertà subito. E se dici che tu italiano sei discriminato, il razzismo è il tuo, non quello di chi favorisce il crimine. Anche non pubblicare i commenti rispettosi ma in disaccordo è poco corretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.