Cerca nel quotidiano:


Spaccano la vetrata del bar con un tronco d’albero

I malviventi sono riusciti a portar via un tablet lasciato sul bancone. Indagano i carabinieri

venerdì 19 Luglio 2019 13:20

Mediagallery

Avevamo già visto, nella nostra carriera di cronisti di cronaca nera, qualche “spaccata” effettuata con i chiusini dei tombini, qualche vetrata rotta con i mattoni, qualche vandalismo effettuato con sassi, ma una vetrina frantumata con un tronco d’albero, sinceramente, mancava al vasto campionario e, detto fra noi, non ne sentivamo di certo la mancanza.
A farne le spese, di questo furto con scasso alquanto singolare, è il Bar Sorriso di via Bikonaki all’incrocio di via dell’Ardenza con via Machiavelli.
I malviventi hanno agito nella notte tra giovedì 18 e venerdì 19 luglio. A raccontare il tutto a Quilivorno.it è la titolare del bar, Heydell Hernandez: “Ci ha allertato la guardia giurata nel cuore della notte ma il furto, e soprattutto il danno, era già stato messo in atto. I ladri hanno visto un tablet sul bancone e hanno spaccato con questo tronco qua (mostra il pezzo di arbusto al giornalista sul post, ndr), la vetrata in modo da poter penetrare all’interno con parte del corpo e rubare il tablet. Nel farlo – continua Hernandez – si sono tagliati. C’era molto sangue qui sulla pedana del bar ed è intervenuta anche la sezione scientifica dei carabinieri. L’allarme purtroppo non è scattato perché si sono introdotti, molto probabilmente, in un punto cieco del locale coperti dallo stesso bancone”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.