Cerca nel quotidiano:


Spaccia droga all’interporto: arrestato

Azione antidroga da parte della guardia forestale, sezione Nipaf, all'interporto di Guasticce lungo la strada provinciale 555

Lunedì 7 Novembre 2016 — 14:38

Mediagallery

Azione antidroga da parte della guardia forestale, sezione Nipaf, lo scorso 3 novembre all’interporto di Guasticce lungo la strada provinciale 555. Gli agenti, dopo aver notato due uomini sospetti di origine magrebina intenti a spacciare droga, sono spuntati fuori dagli appostamenti. I malviventi si sono dati subito alla fuga ma uno di loro è stato raggiunto e, dopo una breve colluttazione, è stato ammanettato. Si tratta di un marocchino del 1990, J. T.; una volta perquisito addosso gli sono stati trovati 41 involucri di cocaina per un totale di 113 grammi, due telefonini, due bilance di precisione e 5 grammi di hashish. Lo straniero è stato arrestato e condotto alle Sughere.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Carlo

    arrestato, Sughere, processo ed espulsione coatta con pena da scontare nel suo paese. Circa 1/3 dei detenuti sono stranieri e questo provoca affollamento nelle carceri e spese.
    Gli stranieri non delinquono ? se 1/3 dei carcerati sono stranieri, per avere la giusta percentuale ( delinquono come gli italiani) , essi dovrebbero essere almeno 20.000.000 nel nostro territorio. !!!!
    no referendum costituzionale, ma una legge condanna – espelli .. immediatamente !!!!

  2. # marco

    e dai….

  3. # StefanoL

    Cominciate ad arrestare chi la compra, non chi la vende. Piano, piano spariranno tutti.

  4. # Carlo

    s StefanoL cioè tu metti sullo stesso piano lo spacciatore, che si ingrassa sulla disperazione di tanti giovani, e il consumatore, che è invece una vittima.
    Per farti meglio capire è come se , quando arrivano i barconi a Lampedusa, si arrestassero i migranti e non gli scafisti.

  5. # andrea

    arrestate chi la vende e chi la compra, così si fa prima.