Cerca nel quotidiano:


Spacciano cocaina nei boschi: due arrestati

Martedì 27 Settembre 2016 — 11:04

Mediagallery

Prosegue senza sosta l’attività di controllo da parte dei carabinieri di Livorno volta a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga. Nella mattinata del 26 settembre, nel corso di uno specifico servizio effettuato a Stagno di Collesalvetti, sono stati arrestati due cittadini marocchini sorpresi con circa 40 grammi di cocaina. A finire in manette sono stati il 33enne Ahmed Jarmouni ed il connazionale 30enne Muhammed Najim, entrambi già alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti in materia di spaccio.

size-medium wp-image-206451″ src=”http://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2016/09/FullSizeRender2-167×300.jpg” alt=”fullsizerender2″ width=”167″ height=”300″ />

L’operazione dei carabinieri di Livorno, coadiuvati dai colleghi del nucleo cinofili di Firenze, si è svolta nei pressi di via dei Canali, accanto alla superstrada Fi-Pi-Li, nella zona boschiva. Gli appostamenti hanno consentito, in particolare, di notare una tenda utilizzata dai due nordafricani come base e luogo di spaccio. I due extracomunitari, colti di sorpresa dai carabinieri nel sonno, non sono stati in grado di guadagnare la fuga ed opporre resistenza. L’immediata perquisizione effettuata addosso ai malviventi e all’interno della piccola tenda ha permesso di rinvenire e sequestrare oltre 40 drammi di cocaina, già suddivisa in involucri e pronta ad essere smerciata, nonché la somma in contanti pari a 600 euro.
Una volta accompagnati in caserma, i due stranieri, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio e successivamente condotti nel carcere di Livorno.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]


31 commenti

 
  1. # Basta!

    Poveri profughi marocchini, scappano dalla guerra e vengono lasciati soli! Subito casa, vitalizio, auto, barca e palestra pagata, tanto paghiamo noi!!

    1. # Stefania

      Questa è povera gente che non sa come guadagnare due soldi per mangiare, sfamali tu allora se non vuoi che vivano di espedienti…

      1. # alberto quello vero

        boia che discorso !!!

      2. # Benny

        Ecco un’altra buonista. Perché non li ospiti a casa tua?

    2. # marco

      Ti prego dio perdonali perché non sanno quello che dicono.

    3. # leo

      perche in marocco c’e la guerra ?

      1. # Gino

        Leo, grande risposta. Con due parole hai fatto emergere l’ignoranza (nel senso di ignorare, non conoscere) di molti, in questo caso di uno

  2. # Lorenzo65

    Beh, per lo meno non abbiamo dei dilettanti ma seri professionisti, con esperienza pluriennale referenziata dalle forze dell’ordine. Quando si dice far curriculum…

  3. # serenella

    ci fossero meno livornesi tossici, vedrai questi a vendere cocaina non ci starebbero.

    1. # Daniele

      Tutto il mondo è paese. Non sono solo i livornesi che usano droghe …
      Buongiorno.

    2. # amaranto67

      serenella fossero stati due ladri cosa avresti detto? “ci fosse meno livornesi col portafoglio, vedrai questi non starebbero a rubare?

      1. # serenella

        certo, è colpa loro se la gente si droga…. O forse loro la vendono perché sanno che qui c’è mercato?

  4. # stefano

    Bravi Carabinieri, continuate così!!!!!!!!!!!!!!!

    1. # 0586

      appostamenti vanno fatti per beccare chi compra e chi vende …….

  5. # GIANFRANCO PAPIRII

    be allora visto che quello che avevo scritto prima non me lo dedicano allora facciamone venire degli altri

  6. # G65

    “entrambi già alle noti alle forze dell’ordine per i numerosi precedenti in materia di spaccio.” Strano oh cosa ci facevano fuori?

  7. # nicola

    venghino siori e siore, venghino, integriamo criminalità, che la nostra non è già abbastanza. venghino al paese dei balocchi, venghino

  8. # VP

    Dobbiamo buttarli fuori

  9. # libertà

    quanta cattiveria si legge in queste righe. Quanta gente pronta a lanciare la prima pietra. Questi ragazzi qualcosa dovranno pur fare per campare, visto che si trovano ai margini della società. Nessuno vuole dargli un lavoro ed avranno pur diritto anche loro a mangiare. Per me fanno bene. I veri responsabili dello sfacelo hanno la camicia bianca e stanno in uffici con aria climatizzata. Basta con queste sbirrate. Non se ne vuole più. Vivi e lascia vivere. Libertà per tutti. E la prossima volta è inutile calcare sulla nazionalità di chi commette qualcosa (in questo caso, poi, cosa?)
    Viva la libertà la tolleranza e la società multietnica.

    1. # eZio

      De… anche io vivo ai margini della società… e non trovo lavoro… mi lasci la porta di casa aperta per favore che vengo a svuotarla domani nel pomeriggio.. verso le tre va bene?
      D’altra parte di qualcosa dovrò pure campare, e visto che a spacciare la sera non ci posso andare spacciare con l’umido della notte mi entrano i dolori…
      ah… te so che non ci fai caso ma sono italiano e livornese da almeno 4 generazioni.

    2. # Marco

      Spesso mi chiedo il perchè la nostra società vada male, poi leggo questi interventi, mi ricordo che il diritto di voto lo abbiamo tutti, e capisco -purtroppo- molte cose.

    3. # CompAgno

      Sono di morto d’accordo

    4. # eZio

      Il problema è che a te ti ci vorrebbe di tornare a casa la sera e ritrovare il tu figliolo drogato come un cavallo sdraiato sul divano che nemmeno ti riconosce, senza un lavoro ne la voglia di cercarselo, e magari che un giorno si e uno pure ti ruba i soldi dal borsello per andare a “donarli” a questi poveri derelitti che vivono ai margini della società, che come dici te, qualcosa per campare lo devono pur fare.
      Vedrai ti passerebbero un po’ di idee.

  10. # Ecco lui

    Boia….sei deliato !!!….manchi di rispetto a tutti quelli che si impegnano e lottano ogni santo giorno per vivere dignitosamente senza cadere nell’illegalita’.E manchi di rispetto alle forze dell’ ordine, che pur con qualche pecca , cercano di svolgere al neglio il proprio dovere con quei pochi mezzi che hanno. Alla faccia anche dei colletti bianchi da te menzionati !!….sei da marrovesci con il leone d’oro al dito…quelli con i rubini agli occhi….anda e rianda !!!…bella liberta’ la tua si…o incivile !!!

  11. # alberto

    LIBRANDI 2

  12. # Anto

    Purroppo il mondo gira cosi….. una cosa e’ certa, se siamo a questi livelli, la colpa non e’ certo di persone tatuate o che, ma bensi’ dei signori in giacca e cravatta, sono coloro che hanno rovinato il mondo.

    Saluti

  13. # duda55

    Se sono Italiani non li posso buttare fuori dal loro paese,se invece sono stranieri allora posso e a calci. Non voglio spendere nessuna somma di denaro per mantenere queste merde in galera.Che vadano a stroncarselo nel culo a casa loro e magari chiedendo i danni alle Autorità del loro Paese.

    1. # Ammiraglio

      Bada che forse t’è cascato lo sciabolino!

  14. # Dalla parte della legge

    La doveste smettere di pensare che per mangiare poverni!! qualcosa devono fare anche se illegale ….DI FAME NON MUORE NESSUNO…..il giorno vanno alla CARITAS e la sera PASSA LA RONDA DELLA CARITA’…….quindi non vorrai mica che gli manchi l’ultimo SMARTHPONE da 8-900 euro……

  15. # NEBOSKI COMASKI

    Ma i fornitori grossi non li prendono mai??

  16. # Libero

    Visto il tenore buonista di certi commenti, alla fine anche io mi dovrò convincere che quei due signori, fior fiore di galantuomini, sono solo….. dei benefattori dell’umanità!