Cerca nel quotidiano:


Spacciatore picchia agente per fuggire al controllo: arrestato

Il pusher finito in manette aveva con sé 30 dosi di cocaina pronte per essere vendute

domenica 21 Luglio 2019 17:06

Mediagallery

Aveva addosso ben 30 dosi di cocaina. Alla vista degli agenti della polizia, in pattugliamento nei quartieri nord, un tunisino di 30 anni ha rifiutato di fornire generalità e nel tentativo di scappare ha colpito con pugni e calci un agente che è caduto sull’asfalto provocandosi ferite guaribili in sette giorni, secondo quanto riportato nel referto del pronto soccorso di Livorno.
Il tutto è accaduto nella serata di sabato 20 luglio in via Giordano Bruno (nella foto). Nonostante il tentativo però lo spacciatore tunisino è stato fermato e ammanettato. In fuga il suo probabile acquirente che si trovava con lui in una zona appartata della strada. Lo straniero è stato così arrestato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, aggressione e lesioni a pubblico ufficiale.

Riproduzione riservata ©

35 commenti

 
  1. # Libero

    Con l’uso della pistola TASER, da parte delle Forze dell’ordine, tutto questo non sarebbe successo!

    1. # Enrico65

      Condivido alla grande!!

    2. # compAgno

      Violenza gratuita!
      Non trovo giusto fulminare con scosse chi molto probabilmente ha atteggiamenti ostili, solo perche’ ai margini della societa’
      Agire sull’accoglienza e sulla cultura, e non sul razzismo e sulla repressione!!!
      Lo so che non ci arrivate!

      1. # Daniele Turini

        Penso che tu scherzi ahahahahaah

      2. # Luca

        compAgno secondo me sei un abile provocatore , altrimenti sarei veramente stupito dei tuoi commenti .

      3. # Fulvio

        Chi delinque è ai margini della società??
        TASER… TASER E TASER…..

      4. # VIRIATO

        Concordo. Quando arrivano devono essere accolti con spumante e pasticcini. Dobbiamo pagargli la scuola perchè apprendano l’italiano, così hanno maggiore possibilità di inserimento. Poi dobbiamo trovargli un lavoro e possibilmente un’alloggio. Se poi, per qualche motivo, dovessere delinquere, ci passiamo sopra. Li arrestiamo e li rilasciamo subito (ma forse questo accade già……..)

      5. # israel hands

        non è che non ci arriviamo; siamo oltre e infatti siamo per l’accoglienza a casa sua, meglio se dopo che ha lavorato un po’ di piccone qui da noi

      6. # Feanco

        Hai ragione, noi non ci arriviamo, sei troppo intelligente.

        1. # Dante

          Ma di cosa vi lamentate avete votato per il buonismo perché credete ai fantasmi e allora bene ancora peggio.

          1. # Fa78

            Perché il tunisino non lo fa in qualunque stato avanzato civile che non sia Europa dei buonisti? Provi a farlo in Australia (paese democratico e civile) oppure negli usa oppure in russia o se volete in Cina….. E vi ho messo tutti stati civili e democratici dove governano sinistra e destra.
            Preferisco tralasciare altri paesi vicino al suo paese di origine dove probabilmente con la sua condotta non sarebbe vissuto più di una settimana.
            In alternativa posso elencarvi paesi dove ci sono regimi vedi corea del nord, Arabia saudita, ecc….
            Meditate gente questa gente si comporta così solo perché sa di poterlo fare, altrimenti non lo farebbe.
            Quindi per concludere sarebbe meglio iniziare ad aprire gli occhi sulla realtà delle cose invece di vivere nel mondo delle favole incantate

      7. # PauB

        Hai ragione mettiteli in casa allora

  2. # Forza bui passa le cee

    Ma perche’ in Tunisia c’è la guerra?Non lo sapevo

    1. # STIKENAI

      Un amico inglese mi domanda se in Italia c’è la guerra visto che tantissimi italiani vanno li, cosa gli rispondiamo?

      1. # elisa

        Chiedi se agli italiani che vanno li gli viene offerto vitto, alloggio sanità e se magari vendono merce contraffatta o spacciano droga gli lasciano lavorare tranquillamente. Poi dacci una risposta qui cosi eventualmente valutiamo se trasferirci

      2. # Schengen

        1) In Inghilterra è attivo il trattato di Schengen per i cittadini UE

        2) E’ comunque necessario essere in possesso di regolare documento di identià rilasciato dal proprio governo

        3) Per lavorare in maniera duratura è necessario registrarsi

        per il resto le sue parole somo prive di senso e di conoscenza e piene di demagogia

        Ad maiora

    2. # Padre di figlio non drogato

      No, non c’è la guerra, ma non ci sono neppure i drogati.

    3. # Marco

      Altro che taser….

  3. # freefree

    Per gli aggressori come questo ci vorrebbero due taser in contemporanea

  4. # Irene

    Scusi forse ho letto male io,ma lei sarebbe contrario ad usare un teser(Nn so se scritto giusto) dopo avere dato calci e pugni ad un agente ,per poter riuscire a scappare??? Ho letto bene? Lei sarebbe stato contrario a ciò?

  5. # Jhonny

    Compagno fai un lavoro da scrivania sicuramente..sul campo spesso ci vogliono decisioni chiare e veloci per sopravvivere o non farsi male..non hai tempo di valutare tante cose anche se sei un professionista

  6. # Carlo

    X COMPAGNO si accogle a casa propria chi si comporta bene . Tu vorresti in casa tua un ospite che spaccia droga ai tuoi figli e, quando glielo fai notare, ti riempe di botte ?

  7. # VOLTONE

    il compAgno chiaramente avrebbe ragione, è un buonista, chiaramente a parole, perchè se toccasse a lui , la famosa barzelletta della bicicletta ( ma questa è mia ) è sempre attuale SEMPRE FORZA LIVORNO

  8. # compAgno

    La cosa più ridicola dei razzistelli è che non capìscono che esiste gente umana e civile allora per loro sono un troll, un provocatore un fake….
    Ma…. vi perdono capisco i vostri limiti!

    1. # mo basta!!

      te non batti pari..e te lo dice uno che abita in zona guglia..vieni a fare due passi dalle mie parti…la smetteresti di dire queste str…ate.
      ciao compagno di merende!

    2. # aristide nardini

      ma la gente umana e civile sarebbe quella che spaccia e picchia i poliziotti?

  9. # Boskov

    ” Tunisino c’è quando livornese va” ( semicit.)

  10. # jhonny

    Compagno non interessa a nessuno il colore di chi delinque…interessa punire chi delinque..dare del razzista è una moda senza basi, stai sereno

  11. # VOLTONE

    Sig. compAgno grazie del perdono che mi concede SEMPRE FORZA LIVORNO

  12. # Marco975

    “CompAgno” ha perfettamente ragione.
    Certi commenti, sono di una superficialità e di una pochezza inquietanti, oltre che pieni di falsità. La polemica sul “buonismo” – che c..vuol dire ? – è veramente squallida e nauseante, degna della destra più intollerante e retriva (che poi, a ben vedere, è quella che attualmente governa in Italia).
    Questi commenti sono emblematici di un senso comune regressivo, della decadenza civile e culturale che attraversa il nostro paese, dove purtroppo in questi ultimi anni si sono sempre più diffuse- specie fra le classi medio-basse- idee xenofobe e razziste.
    Tramite questi rigurgiti fascistoidi – pieni di falsità e qualunquismi – si specula su alcune problematiche, per creare una cinica guerra tra poveri, nonché per distogliere l’attenzione dai veri drammi economici e sociali della collettività (e dai relativi responsabili, politici e non solo).
    Tutto questo è accaduto anche, se non soprattutto, a causa della mancanza di forze politiche e sociali che difendessero- con costanza, convinzione e coerenza- gli interessi ed i bisogni materiali dei lavoratori, del ceto medio e delle classi popolari: di conseguenza, larga parte di questa popolazione, provata dalla crisi ed abbandonata a se stessa in nome di una politica liberista, è stata preda di un certo tipo di propaganda razzista.
    In altre parole, è mancata e manca – a livello politico, sindacale e culturale – una sinistra degna di questo nome. Infatti, milioni di persone di fatto identificano (errando) la sinistra con il PD, cioè con chi, per esempio, ha abolito l’art.18 e ti vuol mandare in pensione a 70 anni.
    Per contrastare efficacemente le falsità e le campagne d’odio e di intolleranza dei fascio-leghisti, oltre a “restare umani”, a pretendere il rispetto della Costituzione ed a denunciare il razzismo – aspetti tutti ovviamente doverosi – occorre anche tornare a confrontarsi seriamente con il disagio sociale e con le condizioni dei lavoratori e delle classi popolari.

    1. # aristide nardini

      Boia come la fai palloccolosa; ma vedrai che due bei nocchini dati bene, un paio di mesi a spruzzare bitume sulla bologna padova d’agosto e poi pedatone nel sedere e via a casa sua dove i suoi paesani lo tratterebbero assai peggio che qui contrasterebbero assai più efficacemente per usare le sue parole il problema di gente che con l’art. 18 e compagnia cantante c’ha veramente poco a che spartire

      1. # Marco975

        Non ho il dono della sintesi: chiedo scusa.
        Quanto al resto, non giustifico di certo chi spaccia e condanno la violenza. Però non tollero le sempre crescenti ingiustizie sociali e disprezzo l’evidente deriva xenofoba e razzista presente nel nostro paese (e ovviamente chi l’ha indotta e la fomenta ogni giorno)
        Ad ogni modo, ma lo sai quante persone prima e molto di più di questo “disgraziato” si meriterebbero ” du nocchini dati bene” e “d’anda a spazzà ir bitume” ? Quasi tutti c’hanno la giacca e la cravatta ed abitano in posti “bene”…
        Prova a rifletterci un po’, anziché prendertela solo con l’ultima ruota del carro…

  13. # VOLTONE

    Il sig. “MARCO 975” deve essere un aspirante scrittore alla alla Saviano o alla Di Battista, deve essere un giovane che non ha vissuto altre esperienze o è uno che come si suol dire aspetta la rivincita, ci vogliono persone perbene che abbiano a cuore la nazione e la vita dei suoi cittadini altro che partiti e comitati fascio- leghisti- cattocomunisti- piddini- razzisti- xenofobi- sinistra degna di questo nome, bisogna rimboccarsi le maniche è finito il 68 e sono finiti gli anni 80 SEMPRE FORZA LIVORNO

    1. # Marco975

      Non so dall’alto di quale “saggezza”, autorevolezza, competenza e/o esperienza tu mi dai lezioni di vita e di politica. Non intendo saperlo. Però a te non dovrebbe interessare chi sono: dovresti esprimere le tue idee – magari con riflessioni un po’ più approfondite e comprensibili- senza metterla sul personale, aspetto in ordine al quale peraltro sei completamente fuori strada.
      Ad ogni modo, equiparare come scrittore Di Battista a Saviano è come mettere a confronto la figlia di Fantozzi con Belen…

  14. # VOLTONE

    Sig. ” Marco 975″ mi scusi ma il suo commento io l’ho letto e capito in quel senso, come quando sento parlare Di Battista o Saviano x me sono parole, parole, parole, bisognerebbe, bisognerebbe, bisognerebbe SEMPRE FORZA LIVORNO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.