Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Spaccio, arrestato 27enne con l’ausilio del cane antidroga

Martedì 1 Novembre 2022 — 09:56

I carabinieri hanno atteso che il giovane uscisse di casa con il cane per bloccarlo con l’ausilio di un’unità cinofila. Al 27enne è stata applicata la misura degli arresti domiciliari, l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura

I carabinieri della Compagnia di Livorno stanno effettuando controlli serrati per combattere il degrado in linea con le direttive del Prefetto. La Guglia, Shangai, piazza XX Settembre vengono passati al setaccio dagli uomini dell’Arma, anche con l’impiego di militari in borghese e unità cinofile. Questo ha consentito ai carabinieri di arrestare, nel quartiere Shangai, un giovane ventisettenne livornese gravemente indiziato di spaccio di stupefacenti. L’abitazione, si legge nel comunicato inviato dall’Arma il 1 novembre, era gestita come un vero e proprio distributore automatico di stupefacenti. Inoltre i militari hanno accertato che l’attività di spaccio, prosegue la nota stampa, era ben collaudata e avviata e che tutto si svolgeva in pochi secondi. Nello specifico, hanno notato che un acquirente giungeva in scooter davanti all’abitazione, recuperava la dose lanciatagli dalla finestra dallo spacciatore e infine lasciava il denaro nella sella di uno scooter parcheggiato lì vicino. L’acquirente è stato fermato e segnalato alla Prefettura per consumo personale. Per fermare il presunto spacciatore, invece, i carabinieri hanno atteso che uscisse di casa con il cane, dopodiché lo hanno bloccato con l’ausilio di un’unità cinofila antidroga. A seguito di perquisizione personale e domiciliare, il giovane è stato trovato in possesso di circa 150 gr di hashish e tutto l’occorrente per il confezionamento delle dosi, tra cui un bilancino di precisione. Per lui è scattato l’arresto. Dapprima associato al carcere delle Sughere, in sede di convalida gli è stata applicata la misura degli arresti domiciliari.
I servizi di prevenzione e contrasto organizzati dall’Arma, seguendo le direttive prefettizie, nel mese di settembre e ottobre hanno portato all’arresto di 5 presunti spacciatori e al deferimento in stato di libertà di altre 7 persone; ingente il quantitativo recuperato: circa 6kg di sostanza stupefacente di varia natura, principalmente hashish e cocaina ma anche anfetamine e mdma.

Condividi:

Riproduzione riservata ©