Cerca nel quotidiano:


Inseguimento “da film” nella notte: tre arresti

Ferito un poliziotto (10 giorni di prognosi). Uno dei giovani malviventi è finito in manette anche con l'accusa di tentato omicidio

Sabato 3 Settembre 2016 — 10:50

Mediagallery

Gentili lettori, vi invitiamo a commentare non oltre il concetto di “critica”. I commenti discriminatori che finiscono per alimentare la rabbia e quelli rivolti a cercare lo “scontro” con il lettore non verranno pubblicati. Grazie della collaborazione.

Volante speronata, agente ferito nel tentativo di fuggire,  inseguimento da film da Quercianella a Pian di Rota con sirene spiegate e tre arresti di cui uno anche per tentato omicidio. E’ questo quanto è accaduto nella serata di ieri intorno alle 23. Il tutto è iniziato in via del Littorale all’altezza della Torre di Calafuria quando una Renault Megane con a bordo tre persone ha invertito il senso di marcia all’improvviso alla vista della volante della polizia che stava eseguendo un controllo. Da lì è scattato dunque l’inseguimento verso sud terminato in un primo momento a Quercianella dove la macchina ha fatto la finta di fermarsi per poi inserire la retromarcia in maniera violenta e repentina speronando di fatto l’auto della polizia di Stato danneggiandola gravemente e cercando di investire anche un agente rimasto lievemente ferito (10 giorni di prognosi al pronto soccorso per lui) da questa folle manovra. Da qui è partito un nuovo pericoloso inseguimento a sirene spiegate che ha attraversato tutta la città spaventando i cittadini che hanno visto sfrecciare tre pattuglie delle volanti e due auto dei carabinieri e della polizia di frontiera lanciate allo sfrenato tallonamento dei malviventi. La fuga si è conclusa in via dello Struggino a Pian di Rota quando le forze dell’ordine sono riuscite finalmente a fermare i tre in fuga. All’interno dell’auto è stato trovato uno zaino, una trolley ed un borsone appartenenti ad un turista tedesco, in Italia in vacanza, a cui è stato restituito il maltolto.
Si tratta di due 19enni e un 26enne tutti e tre italiani e con dei precedenti penali di vario tipo a loro carico. Per loro sono scattate le manette ai polsi con diverse accuse: ricettazione, danneggiamento, resistenza e violenza nei confronti di pubblico ufficiale. Uno di loro, colui il quale era alla guida della vettura, è stato incriminato anche per tentato omicidio nei confronti del poliziotto investito.

Riproduzione riservata ©

30 commenti

 
  1. # veltro71

    Il punto è semplice. le forze dell’ordine vanno a giro con delle scatolette e equipaggiati con armi quasi da paintball. Se, a questo, aggiungete che non è consentito sparare, neanche in aria, vi stupite di ciò che accade?

    1. # mako

      dovrebbero andare in giro con i blindati?

      1. # Stefano74

        con i blindati per ora magari no, ma vedrai se avessero dei bei SUV rinforzati con barre paraurti e rinforzi per speronamenti tipo auto Polizia Americana e altre Europee vedrai che bel “colpo di frusta” a quel “bel giovincello” e altri “furbettini”…

      2. # Liburnico

        certo che si, e la possibilita’ di avere armi all’altezza del loro compito!

      3. # poveromondo

        se continua così, ci arriviamo presto

    2. # Matteo B.

      Mi aspetto che i nostri 5 consiglieri (PD) chiedano al Sindaco di richiedere con urgenza la Riunione del Comitato per l’ Ordine e la Sicurezza Pubblica con tutti i vertici istituzionali: Prefetto, Questura, Comando Provinciale dei Carabinieri e Guardia di Finanza! La situazione in città richiede provvedimenti strutturali.
      E la Magistratura deve fare la sua parte: BASTA ARRESTI DOMICILIARI!!! Un plurigiudicato che tenta di investire un agente deve andare subito in galera!!!
      Poteva uccidere donne e bambini durante la sua folle corsa. Ci vuole la certezza della Pena!!!

  2. # Alla Frutta

    Auguri di pronta guarigione al poliziotto. Il resto lo avete già ben descritto voi e non ha bisogno di ulteriori commenti.

  3. # cittadino

    Complimenti e grazie alle forze dell’ordine.

  4. # sgores

    le auto della police hanno i tubolari di protezione . Poi cittadini italiani non vuol dire granchè ormai . C’è lo scivolo per la cittadinanza

    1. # Il Buon Nedo

      Perfetto, ora neanche i cittadini italiani sono italiani..
      Dai, smettiamola di sparare sugli stranieri per ogni cosa, anche gli italiani sono criminali.

      1. # preciso

        erano nomadi anche se residenti in Italia!

  5. # vabenecosì

    Il giudice li avrà senz’altro già mandati tutti ai domiciliari ! Non hanno mica ammazzato nessuno !

  6. # roberto5

    complimenti alle forze dell’ordine e auguri al poliziotto ferito per una pronta guarigione….

  7. # mario

    speriamo in una giusta e certa, dico certa, punizione

  8. # piratatirreno

    Grazie per la tutela che “cercate” di garantirci, nonostante le leggi che remano contro il vostro operato. E se durante il lunghissimo inseguimento i malviventi avessero investito qualcuno…..intimare l’alt, sparare in aria, poi alle gomme e in ultima analisi, se tutto ciò non fosse sufficiente per garantire la sicurezza del cittadino, sparare al bersaglio!
    Queste sono le leggi che dovrebbero garantire la sicurezza di tutti.
    E’ una dichiarazione forte?
    Beh…..è questo che intendete da tanti anni e che nessuno ha il coraggio di dire schiettamente.
    Il tutto, ovviamente, non deve sfociare nell’estremo…come gli interventi di polizia visti in USA. Le forze dell’ordine devono avere mooolto autocontrollo (e se abusano dei “poteri” conferitogli devono pagare con regolare processo e non soltanto con semplici trasferimenti (che non fanno altro che far infuriare ancor di più i cittadini)); ma è anche vero che devono esser messe in condizioni di poter lavorare e non soltanto di rischiare la propria vita.
    Infine, leggi serie!!!….NON CI RIESCE FARLE!??!….basta copiare dalle altre nazioni!!!

  9. # elit

    La polizia fa sempre bene il proprio dovere e quindi subisce spesso il dànno questi delinquenti fra due giorni sono di nuovo in giro a commettere reati perché la giustizia italiana è troppo garantista nei confronti di chi commette reati. E così il problema non si risolve. Comunque un plauso ai poliziotti che per stipendi normali rischiano la vita per difendere i cittadini onesti.

  10. # piratatirreno

    E ora nessuno può dire che parlo così perchè sono razzista (si parla di tre italiani)…..ma se invece fossero stati stranieri, perchè sarei stato un razzista???
    Mi sembra di essere nell’assurdo….non ci capisco più niente…..e non fatene un discorso di politica (che non ci incastra niente)….da quando sono nato (anche se adesso ci sono molti più atti criminosi di qualche decennio fa) nessun politico ha mai fatto niente veramente….e non veniamo fuori con i soliti discorsi ….”ma i rossi avevan fatto una legge……si ma anche i neri l’avevan fatta…..anche i bianchi…” perchè le leggi dopo averle emanate….vanno fatte rispettare….altrimenti fanno la fine della carta bianca di Totò, che serve soltanto per pulirsi il….

    1. # francesca

      Il punto è che questi delinquenti sono italiani, ma non per questo tutti gli italiani sono come loro.
      Se fossero stranieri la gente avrebbe scritto che è ovvio che siano stranieri perché tanto sono sempre loro, che vanno tutti rimandati a casa perché siamo invasi. Se siamo invasi allora direi che neanche l’1% delinque, quindi direi anche che non è così scontato che siano gli stranieri a fare certe cose e che pochissimi di loro in realtà delinquono. Non capire questo è razzismo.

      1. # salvatore favati

        Beh… anche se l’1% delinque è comunque una quantità notevole di persone che delinquono, oltretutto difficile da controllare perché degli ”invasori” nessuno conosce il numero, l’identità, la residenza, altri dati certi.

        E’ interessante la sua definizione di razzismo, ma non concordo: il razzismo non sta nella ignoranza o nella incomprensione, ma nella presunzione di essere diverso e migliore, di aver diritti diversi per nascita o razza, si connota con un deciso atteggiamento ostile nei confronti delle etnie diverse senza neppure accendersi dentro il ragionevole dubbio di poter essere in errore.

        Atteggiamento questo abbastanza tipico , però, pure degli ”invasori”, non lo ha notato?

        A Livorno si da del razzista a chiunque manifesti perplessità sugli atteggiamenti degli immigrati, sulle loro abitudini, sulla frequente aggressiva delinquenza che ( almeno per strada ) si nota evidente da parte di alcuni di loro

        il fato che i delinquenti siano pochi è possibilmente vero, non ho numeri in mano per contraddirla, ma a me sembrerebbero sempre di troppo.

        1. # piratatirreno

          Grazie Sig. Favati, finalmente una persona che sa cosa significa razzismo.

  11. # piratatirreno

    Buona guarigione al poliziotto….e grazie a tutti coloro che lavorano giorno e notte per garantirci (nel limite del possibile) una certa serenità.

  12. # salvatore favati

    E’ brutto dirlo, ma la gente è uscita di testa e crede davvero che i telefilm polizieschi rappresentino la realtà…macchine della polizia speronate, inseguimenti e revolverate… forse si dovrebbero offrire ai giovani meno telefonini per scambiare idiozie e pensieri involuti sui social networks e più libri di testo, oltre a filtrare loro valori diversi dal soldo.

    A fornire e inculcare valori deve provvedere la famiglia, sempre che abbia ancora valori da trasmettere.

    1. # Antonio Caprai

      Sono assolutamente d’accordo. Manca quell’associazionismo che permette di parlare uno di fronte all’altro. Questo era di tipo politico o clericale, ma c’era negli anni passati (troppi). Ora nei social si scrivono idiozie di tutti i tipi, tanto nessuno ci dice nulla….

  13. # JhonnyStecchino

    Grazie alle forze dell’ordine.

  14. # Dilvo

    Sparare alle gomme, inseguimenti all’americana inversione a U strade in controsenso ….. mah…..tutta roba da film
    La polizia ha fatto il proprio dovere in maniera esemplare.
    Bravi e Auguroni di pronta guarigione

  15. # carla

    Bene.
    Ma cosa è la polizia di frontiera?

  16. # Luca

    Sono 3 nomadi di origine italiana ditelo per favore!

    1. # Calvax

      Lo avevo specificato anch’io in un commento ma sono stato censurato. La redazione pero’ e’ stata molto gentile a rispondere via email alla richiesta di spiegazioni sulla censura.

  17. # ZenEros errata corrige

    Faccio notare che altra fonte d’informazione dice che questi tre NON SONO ITALIANI BENSI’ STRANIERI. Quindi ci dovete dire se è l’ennesimo ginuflettersi al politicamente corretto o se è un errore. Il secondo è perdonabile, ma per correttezza d’informazione ce lo dovete dire, il primo E’ IMPERDONABILE.

  18. # io

    Non vedo razzismo a chiamare questi tre personaggi pluripregiudicati che potenzialmente potrebbero uccidere in qualsiasi momento con il nome della loro etnia e cioè rom, gente che non vuole integrarsi e che campa delinquendo,poi lasciamo stare i magistrati dicono di applicare la legge si ma sempre a favore dei malviventi. Povera Italia.