Cerca nel quotidiano:


Studenti in sosta selvaggia: 12 multe

Dodici multe e due rimozioni, tra auto e scooter, per sosta selvaggia in vicolo delle Rimesse, strada perpendicolare a via Galileo Galilei

Martedì 4 Ottobre 2016 — 17:45

Mediagallery

Dodici multe e due rimozioni, tra auto e scooter, per sosta selvaggia in vicolo delle Rimesse, strada perpendicolare a via Galileo Galilei. La maggior parte di questi mezzi, a due e quattro ruote, sono risultati intestati agli studenti che affollano ogni giorno le aule di Iti, Geometri e Liceo Cecioni e che al mattino presto, non trovando altro parcheggio in zona, hanno ben visto di mettere in sosta (selvaggia) scooter e due automobili. Da qui è scattato il blitz della polizia municipale che ha “staccato” 12 fogli rosa per divieto di sosta e rimosso due veicoli che intralciavano il passaggio dei pedoni sul marciapiede. Il tutto è accaduto nella mattinata di martedì 4 ottobre tra le 10 e le 12.

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


13 commenti

 
  1. # Aldo

    Giovani livornesi crescono.

  2. # Carlo

    se i vigili urbani facessero le multe per le infrazioni stradali che ovrebbero fare, dalla sosta selvaggia all ‘ uso del cell. alla guida ( tipico del livornese è cell + sigaretta mentre guida e quindi manovra ancora più limitata), e soprattutto il Comune le incassasse, il bilancio comunale sarebbe in netto attivo.

  3. # John

    Paga Babbo !

  4. # Kristy

    Molta gioventù senza regole di civile educazione e rispetto altrui.

  5. # Marco

    Ma fatela finita! Se mancano i posti persino per i motorini fate dei progetti di urbanistica seri e risolvete il problema invece di non arrivare mai ad una soluzione e limitarvi a multare studenti che il motorino non sanno dove parcheggiarlo. Ah già ma ora se non sono a pagamento i posteggi non si fanno.

    1. # viva fidel

      Basterebbe abbattere 3 o 4 condomini e cu sarebbe posto per tutti i motorini che volete

  6. # france

    A me piacerebbe invece vedere un paio di vigili fare il loro mestiere la mattina, fra Iti e Cecioni, e non dico che dovrebbero multarli tutti (anche se in effetti), ma magari che impediscano il parcheggio selvatico con auto anche in terza fila, per accompagnare il “bimbo” (barba, peli e 18 anni compiuti) fin dentro la classe con la merendina al sacco.
    No perché date un po’ noia ,specie se poi restate a mezz’ore a ragionare fuori dai cancelli. Voi magari c’avete tempo di chiacchierare la mattina, c’è invece chi vorrebbe andare al lavoro senza esser costretto a file di mezz’ore!

  7. # lucche

    facile attaccare difficile risolvere, fuori le scuole ci sono in media 10 parcheggi per motorini…vi sembrano sufficienti? Di chi sarà la colpa? Mah!

    1. # Fabio

      Il problema è che nella mentalità distorta che avete il fatto di avere il parcheggio davanti alla porta di casa o di scuola è visto come un diritto. Se ti puoi permettere di andare in motorino puoi svegliarti un paio di minuti prima e cercarti un posto e fare due passi per metterlo come è dove si deve. Altrimenti avrai notato che ci sono decine di fermate dell’autobus e non è disonore ma civiltà usarli….

      1. # kamui

        ma se non ci sono posti, dove di grazia dovrebbero parcheggiarli, i motorini? Non li giustifico perchè le regole vanno rispettate, ma se i posti sono 10, il motorino lo mettono alla stazione e vanno a scuola in filobusse?
        E peggio dei motorini, danno di morto noia i genitori con suv di 10 metri che hanno paura che ir bimbo s’infreddi… 18enne…
        e non solo all’ITI, ma in via della Bassata, Borgo Cappuccini, ovunque ci sia una scuola e/o asilo, è una guerra di triple file per portare il figliolo più vicino possibile all’uscio… Vigili? E’ più facile vedere passeggiare un Tirannosauro sur mare che un vigile al lavoro…

        1. # viva fidel

          Io ai mi tempi c’andavo a piedi o cor filobusse

  8. # Alla frutta

    Purtroppo siamo noi genitori ( mi ci metto anch’io anche se non lo faccio) che quando portiamo in auto i figli, anche adolescenti, commettiamo infrazioni al codice stradale davanti a loro, ( telefono, niente cintura, parcheggi folli, ) loro vedono e crescono senza un educazione stradale. Poi quando si mettono a condurre uno scooter fanno infrazioni al codice della strada. A mio avviso una buona educazione dei figli è anche quella di insegnarli a rispettare il codice stradale senza danneggiare gli altri col proprio parcheggio del mezzo. Io sarei anche per un ora alla settimana negli istituti scolastici dalle elementari alle superiori , ad insegnare il comportamento alla guida dei mezzi e la segnaletica. Troppi giovani lasciano la pelle sulle strade e noi genitori insieme alla scuola dovremmo fargli capire l’importanza di vivere.

  9. # amedeo

    ENNESIMA NOTIZIA CHE FA PUBBLICITA’ A CHI DOVREBBE SEMPRE E DICO SEMPRE VIGILARE, CONTROLLARE E NON UNA TANTUM COME I BLITZ AL MERCATO