Cerca nel quotidiano:


Svaligiata la cabina-libreria sul lungomare

Giovanni Neri, uno degli ideatori della cabina-libreria: "Noi comunque non molliamo e piano piano ricarichiamo. Abbiamo addirittura in mente di allargare il progetto ad un'altra cabina telefonica abbandonata sul lungomare..."

Mercoledì 24 Marzo 2021 — 11:46

Mediagallery

"I libri al suo interno? Tutti spariti, rubata anche la tavola che avevamo messo come mensola, l'avevamo pagata 3 euro. Così è davvero da pezzenti. Ma noi andiamo avanti"

Per la seconda volta hanno “svaligiato” la cabina del telefono sul lungomare che, grazie all’iniziativa di privati cittadini, si era trasformata in una biblioteca. “I libri al suo interno? Tutti spariti, rubata anche la tavola che avevamo messo come mensola, l’avevamo pagata 3 euro in uno di quei grandi store dedicati, se me l’avessero chiesta gliene regalavo un paio”, ha commentato amaramente Giovanni Neri, giornalista e scrittore e inventore dell’iniziativa con la editor torinese Michela Tanfoglio e con il patron della casa editrice Ctl di Livorno, Nino Bozzi. “Che tristezza. Ce lo aspettavamo ma così è davvero da pezzenti – continua Neri – Peccato perché è un continuo andare e venire di gente che vuole scambiare i tomi. Noi comunque non molliamo e piano piano ricarichiamo. Abbiamo addirittura in mente di allargare il progetto ad un’altra cabina telefonica abbandonata sul lungomare…”.

Riproduzione riservata ©