Cerca nel quotidiano:


Finti tassisti e venditori abusivi: multe e sequestri

Martedì 16 Agosto 2016 — 09:36

Mediagallery

Sabato 13 è stata una giornata intensa per il turismo a Livorno. In città infatti sono sbarcati molti crocieristi. I turisti, come è noto però, spesso sono vittime di servizi di trasporto abusivi. Alle 10:30 in piazza del Municipio infatti è stato sanzionato un autista cinese che con una monovolume da 9 posti stava svolgendo il servizio taxi non autorizzato. Nei suoi confronti la polizia municipale ha elevato una multa da 1700 euro, sospesa la patente fino a 12 mesi e sequestrato il veicolo al fine della confisca.
A niente sono valsi i tentativi di convincere gli agenti che i trasportati non erano clienti bensì amici. I tassisti abusivi infatti, oltre ad offrire servizi rischiosi ai turisti e svolgere lavoro “al nero”, svolgono concorrenza sleale nei confronti dei tassisti muniti di regolare licenza comunale.
Ma l’attenzione ai turisti da parte della polizia municipale non finisce qui. Nonostante la presenza in piazza del Municipio della pattuglia di prossimità turistica, un venditore abusivo size-medium wp-image-200499″ src=”http://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2016/08/occhiali-300×177.jpg” alt=”occhiali” width=”300″ height=”177″ />allontanato già molte volte, ha continuato ad importunare i turisti americani seduti al bar lato piazza Grande. Alla pattuglia in divisa dei servizi territoriali si è unita quella in borghese dei servizi speciali. Nei confronti dell’abusivo è scattato il sequestro di 50 paia di occhiali contraffatti di varie marche (Ray Ban, Gucci, Oakley e Prada).
Gli americani dialogando con la pattuglia di prossimità turistica, caratterizzata dall’ottima conoscenza delle lingue, ha riferito di aver subito assalti in tutte le città italiane e solo a Livorno di aver assistito ad un’operazione del genere. In particolare gli americani provenivano da Bologna, dove, a loro dire, i venditori sono molto insistenti e continuano a proporre con invadenza la propria merce anche in presenza delle forze dell’ordine.

Riproduzione riservata ©

13 commenti

 
  1. # roberto5

    Finalmente un pò di legalità, da troppo tempo certi personaggi spadroneggiavano in via Cogorano,,complimenti alla polizia e al suo ottimo lavoro..speriamo che la sorveglianza continui per tutta la stagione….

  2. # Dredd

    Curiosa tutta questa protezione verso i turisti e non verso i livornesi. Ora li chiamo anche io i vigili quando qualsiasi persona mi chiede soldi e mi vuol vendere merce contraffatta…magari parlo in inglese con il vigile altrimenti non sente l’accento livornese non mi considera….

    1. # ilio

      hai ragione dredd…ma ti sei mai chiesto perchè ci sono così tanti extracomunitari illegali che vendono merce contraffatta? io ho visto centinaia di volte davanti al mercato.. LIVORNESI DOC che si appartano con i senegalesi e comprano orologi scarpe borse vestiti contraffatti…quando entrano nei ristoranti pizzerie bar pasticcerie farmacie ecc ecc è difficilissimo che il gestore non faccia entrare queste persone..anzi….. quindi la colpa è nostra… se nessuno comprasse roba contraffatta…non ci sarebbero queste persone che vendono illegalmente…non avrebbero mercato…quindi colpa dei cittadini livornesi…

      1. # Dredd

        C’è tanta illegalità perchè non c’è chi la legalità la fa rispettare. Il livornese che non compra dal marocchino il rolex finto e non va dal parruchiere cinese per non essere complice dello sfruttamento sul lavoro è una favola….
        Io non compro roba contraffatta non certo per motivi etici-morali o è illegale..quanto piuttosto perchè sono PATACCHE.

        1. # Robe

          Come non c’è legalità… In Piazza Cavallotti tutti giorni almeno 4 vigili a chiacchiera fra loro che si annoiano e non sanno come passere il tempo mentre gli abusivi continuano a fare il loro lavoro……

  3. # cinese

    multa da 1700 euro, sospesa la patente fino a 12 mesi e sequestrato il veicolo al fine della confisca, non è che ci sono andati un po’ troppo pesanti? Se era un nordafricano che aveva rubato il furgone e ci trasportava qualcosa di illecito o qualche attentatore non sarebbero stati così severi!

    1. # AnToNIO

      Ma smettila!!! Non dobbiamo diminuire le sanzioni (in questo caso) ai finti tassisti,ma dobbiamo aumentare quelle che fanno ride i polli (vedi furgone rubato e trasporto di cose illecite)

    2. # Simo

      Sai quanto ha guadagnato fino ad ora rigorosamente a nero il tuo povero cinese? Gli fanno un baffo 1700 euro di multa…di sicuro è sempre in sttivo stai sicuro. Io mi sarei anche stancato di pagare le tasse per tutti i furbi

  4. # Uccio

    I turisti specialmente quelli americani sono sacri,guai importunarli.Il tassista abusivo offre un servizio rischioso ah ah

  5. # Meglio populista che pidiota

    Si sa a Bologna amministrano gli amici di renzi

  6. # orso

    Bisogna imparare l’inglese,cosi’ magari i vigili tutelano ANCHE noi da venditori,parcheggiatori,lavavetri e questuanti vari…

  7. # MAURO

    ORA CI SONO ANCHE GLI “SKIPPERS” ABUSIVI (VEDI ANNUNCI SUI PORTALI PIU’ CONOSCIUTI) CHE PROPONGONO GITE CON LE LORO BARCHE PRIVATE. UN CONTROLLINO LO FAREI VOLENTIERI ANCHE PERCHE’ NON PENSO SI TRATTI DI GENTE CHE SE LA PASSA MALE!!!

  8. # Daniele

    Il verduraio abusivo della Leccia, si sposta di 20 mt a cerchio dalla posizione originaria, ma tutti i giorni lavora. Ma il meleggiamento quanto deve durare prima che qualcuno prenda provvedimenti seri?