Cerca nel quotidiano:

Condividi:

La vigilante stende il molestatore con il karate

Sabato 20 Agosto 2016 — 00:50

Un uomo di 49 anni stava molestando un'inserviente. Interviene la guardia giurata Sabrina, istruttrice di arti marziali, e lo stende al tappeto. Poi l'arresto

Episodio alquanto singolare quello andato in scena nel primissimo pomeriggio di venerdì 19 agosto intorno alle 13,30. Un uomo di 49 anni, livornese, in evidente stato di alterazione alcolica, ha tentato di rubare la pistola d’ordinanza alla vigilante di turno al Mercato Centrale. L’ubriaco ha provato a coglierla di sorpresa ma…non aveva fatto i conti con il fatto che Sabrina (nella foto principale di Simone Lanari) è istruttrice di arti marziali, cintura nera terzo dan. In pratica è stato come se il molestatore volesse rubare in tasca a Karate Kid in persona (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere la video-intervista alla vigilante: “Ecco come l’ho atterrato”).

IL MOLESTATORE FERMATO DAGLI AGENTI DELLA POLIZIA

IL MOLESTATORE FERMATO DAGLI AGENTI DELLA POLIZIA

Il tutto è scaturito dalla richiesta di aiuto pervenuta da un’inserviente che stava pulendo il pavimento del Mercato subito dopo l’ora di pranzo in un salone a pochi metri dal presidio fisso della vigilante.
L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine per aver arrecato più volte disagi con atteggiamenti molesti, stava importunando la donna delle pulizie. Sul posto si è portata così Sabrina che ha cercato di allontanarlo. Lui a quel punto ha tentato di rubarle l’arma riposta nella fondina ma…è finito a terra con una proiezione di karate che la vigilante ha effettuato in pochi secondi reagendo così all’aggressione.
Il 49enne è finito dunque con le spalle al tappeto, immobilizzato dall’ottima Sabrina che nel frattempo ha telefonato alla polizia per richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. I poliziotti, sopraggiunti poco dopo, lo hanno preso e portato in questura in via Fiume dove è stato identificato e foto-segnalato. Infine l’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina, violenza, minaccia a pubblico ufficiale e violenza privata.

Condividi:

Riproduzione riservata ©