Cerca nel quotidiano:


Tragedia nella notte: muoiono due 21enni nell’auto finita nello Scolmatore

Le vittime sono due giovani residenti a Stagno. Sul posto anche i sommozzatori dei vigili del fuoco e le ambulanze di Svs e Misericordia di Montenero

Sabato 3 Febbraio 2018 — 08:23

Mediagallery

Tragedia nella notte. Alle 3.40 di sabato 3 febbraio una squadra del comando dei vigili del fuoco di Livorno e il personale del nucleo di soccorso subacqueo ed acquatico sono intervenuti a Stagno, sul ponte sullo Scolmatore dell’Arno, poco prima dell’inizio di Camp Darby, a seguito di un grave incidente stradale tra due autovetture.
Una delle macchine coinvolte, una Volvo, dopo lo scontro è uscita di strada finendo nel canale sottostante. A bordo due ragazzi estratti dai sommozzatori intervenuti, ma entrambi purtroppo deceduti. Si tratta di due giovani di 21 anni (ne avrebbero compiuti 22 in questo 2018) entrambi residenti a Stagno: Kevin Chirra e Alessio Falleni.
Nell’altra autovettura (una Polo) rimasta sulla carreggiata, due giovani, dei quali uno liberato dall’abitacolo dal personale dei vigili del fuoco,  ed entrambi affidati al 118.
I feriti sono L.B. di 26 anni, residente a Rosignano, che è stato trasportato a Cisanello con trauma ad un arto inferiore e superiore e sospetta frattura del bacino, e D.C. di 25 anni domiciliato a Rosignano e trasportato a Livorno con trauma cranico e toracico. Sono intervenute due ambulanze della Pubblica Assistenza di Livorno con medico a bordo e due ambulanze “ordinarie” della Misericordia di Montenero. L’Aurelia è rimasta chiusa per ore al fine di permettere il completamento dei soccorsi della messa in sicurezza della carreggiata.
Kevin Chirra, dopo gli studi all’istituto tecnico Cappellini di Livorno, aveva trovato lavoro in una carrozzeria della zona. Alessio Falleni aveva invece completato gli studi all’alberghiero Matteotti di Pisa.
Decine i messaggi di cordoglio sulle pagine facebook dei giovani deceduti in questo tragico incidente. Simone manda il suo addio così a Kevin Chirra: “Non ci voglio credere che te ne sei andato via così… non ho parole a pensare tutte le risate fatte a scuola a ricreazione, durante le autogestioni… eri una brava persona è bastato poco per capirlo sempre generoso e disponibile con tutti. Arrivederci amico mio mancherai a tutti”. E anche Federico: “Ciao amico mio riposa in pace questo mondo è ingiusto porta via sempre i più buoni”.
Anche sul diario di Alessio Falleni in molti lo vogliono ricordare con affetto. “Hai sempre avuto quel sorriso quando mi vedevi e mi salutavi – scrive Matteo–  avevi sempre quei 5 minuti da dedicarmi per due chiacchiere e il tuo modo di fare era unico a Stagno, non ti dimenticherò mai, nessuno lo farà, un giorno ci saluteremo di nuovo questo è sicuro”.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # giancarlo

    QUESTE TRAGEDIE VANNO EVITATE… NON SI PUO’ MORIRE COSI’… MI UNISCO AL DOLORE DEI FAMIGLIARI !!!

  2. # Alice

    Condoglianze alle famiglie di questi due ragazzi.

  3. # adriano

    quel tratto e molto pericoloso è un continuo fare sorpassi a quando uno spartitraffico?

  4. # Sasa

    Riposate in pace … un abbraccio alle famiglie

  5. # Michela

    Condoglianze alle famiglie. Riposate in pace Angeli non è giusto morire così giovani tanta forza a queste povere madri.

  6. # Gian Luca

    Sentite condoglianze alle famiglie.

  7. # Ugo

    Abito a 50 metri da dove è avvenuto il fatto. La rabbia è che non è giusto morire così giovani, all’alba della vita. Parole dette. Sono un genitore che è stato come tutti noi un figlio. Penso ai genitori di questi ragazzi e cerco d immaginarmi, ma è impossibile, il loro dolore che per sempre resterà. Di più non riesco a dire. Un abbraccio forte forte a queste persone, un abbraccio che li avvolga e che li aiuti a sopportare ciò che per chiunque non è sopportabile