Cerca nel quotidiano:


Tragedia sull’Emilia, perde la vita a 19 anni. Obbligo di firma per l’amico al volante

A perdere la vita una americana di 19 anni. La ragazza si trovava a bordo di un'auto finita, dopo l'urto con un'altra vettura, nel fossato adiacente alla strada ed è deceduta sul colpo: due feriti in codice giallo

Venerdì 20 Ottobre 2017 — 12:20

Mediagallery

Tragedia lungo l’Emilia (per l’esattezza, informano i soccorritori, al km 35+900 sulla SR206 in zona Vicarello. Non Arnaccio come scritto inizialmente), dove poco prima delle 6 del 15 ottobre si è verificato un incidente mortale (foto fornite dal comando dei vigili del fuoco). A perdere la vita una americana di 19 anni. La ragazza, Elisabeth Jane Pulaski (generalità aggiunte solo la mattina del 16 ottobre), si trovava a bordo di un’auto finita, dopo l’urto con un’altra vettura, nel fossato adiacente alla strada. Feriti, ma non in pericolo di vita, un ragazzo di 20 anni, residente a Collesalvetti e trasportato a Cisanello in codice giallo, al volante della vettura in cui era presente la giovane, e un uomo di 46 anni, residente a Cascina, alla guida dell’altra auto, trasportato a Cisanello in codice giallo. Sul posto si sono portate le squadre di 118 (Misericordia Vicarello, Pubblica Assistenza Collesalvetti e Pubblica Assistenza di Pisa con medico a bordo) e vigili del fuoco, oltre a due pattuglie dei carabinieri. I rilievi sulla dinamica dell’incidente, come ricostruito dai militari, hanno fatto emergere che l’auto sulla quale viaggiavano i due ragazzi era in contromano.

Per l’amico di 20 anni che era alla guida, inizialmente posto a regime di arresti domiciliari, è stata rivista la misura di cautelare da parte del pubblico ministero. L’accusa nei suoi confronti è di omicidio stradale, articolo 589 bis del codice penale, accusa articolata dopo che i carabinieri guidati dal capitano Palazzetti gli hanno riscontrato un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi/litro. Adesso il giovane dovrà rispettare la misura restrittiva dell’ “obbligo di firma alla polizia giudiziaria“.

Lutto, l’abbraccio dell’Azienda USL TNO alla collega Rossella Zeitun –  L’Azienda USL Toscana nord ovest esprime il proprio cordoglio a Rossella Zeitun, infermiera del Pronto Soccorso di Livorno per la tragica scomparsa della figlia Elisabeth Jane, avvenuta ieri in un incidente stradale a Vicarello. A Rossella arrivi la vicinanza e l’abbraccio da parte della direzione aziendale e del presidio ospedaliero, del Dipartimento Infermieristico e di tutto il personale del Pronto Soccorso guidato dal dottor Alessio Bertini.

Riproduzione riservata ©