Cerca nel quotidiano:


Trovato senza vita in casa. Erede rintracciata dal testamento

Certosino lavoro da parte dei carabinieri consente di risalire al testamento olografo in cui l’uomo nomina erede universale una giovane livornese che, raggiunta dalla notizia, ha assicurato degna sepoltura. Ad Antignano anziana salvata dopo la caduta in casa

giovedì 12 luglio 2018 12:28

Mediagallery

In questi giorni i carabinieri hanno operato due interventi caratterizzati da un denominatore comune: anziani che vivono soli.

Il primo episodio intorno alle 3.30 del 12 luglio. Una donna di 83 anni, abitante ad Antignano, per cause non del tutto chiare, è caduta all’interno della sua abitazione. Dolorante, ha raggiunto il suo letto non riuscendo però più ad alzarsi. Sono stati i vicini a sentirla chiedere aiuto ma, avendo la porta chiusa e non potendosi muovere, nessuno è stato in grado di soccorrerla prontamente. E’ stato quindi richiesto l’intervento dei carabinieri. Fortunatamente, abitando al piano terreno, i militari con l’ausilio dei vigili del fuoco hanno trovato il modo per entrare in casa da un accesso secondario. La donna è stata trovata nel suo letto, molto spaventata, in discrete condizioni di salute, sebbene avvertisse dolori all’inguine. Dopo un caloroso abbraccio ai carabinieri che l’hanno soccorsa è stata trasportata all’ospedale.

Il secondo episodio riguarda un anziano 77enne, purtroppo, deceduto per cause naturali all’interno di un’abitazione in zona Magenta. Tuttavia, non è stato possibile comunicare la scomparsa dell’uomo ai suoi familiari poiché l’anziano viveva da solo e, per quanto riferito dai vicini, nessuno aveva conoscenza di suoi parenti con il rischio quindi che la salma portata all’obitorio sarebbe stata per lungo tempo in attesa di un funerale. I carabinieri della Stazione Livorno Centro hanno iniziato così certosine ricerche per rintracciare persone vicine al defunto risalendo all’amministratore di condominio e al medico curante. Sono state poi effettuate ricerche “storiche” all’anagrafe del Comune. Il tutto senza successo. Alla fine grazie ad un’accurata ricerca della documentazione di cui disponeva l’anziano i militari sono risaliti alla copia di un testamento olografo in cui l’uomo nominava erede universale una giovane livornese. Contattata dai carabinieri la giovane, profondamente commossa, ha ringraziato l’Arma per l’operato assicurando al defunto una degna sepoltura.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive