Cerca nel quotidiano:


Truffava e maltrattava gli anziani: arrestato

L’uomo era operatore di una onlus. E' accusato di truffa nei confronti di alcuni anziani, di circonvenzione di incapace e di maltrattamenti in famiglia

venerdì 12 Luglio 2019 10:35

Mediagallery

Continua l’azione dei carabinieri per il contrasto alle truffe agli anziani, ai maltrattamenti in famiglia e alle violenze di genere. Nel corso del pomeriggio dell’11 luglio i carabinieri della Stazione di Ardenza hanno arrestato un noto pregiudicato livornese. L’uomo è accusato di truffa nei confronti di alcuni anziani, di circonvenzione di incapace e di maltrattamenti in famiglia. Il soggetto, scrivono i carabinieri in un comunicato stampa del 12 luglio, era un operatore di un’associazione Onlus e approfittava della sua posizione e dell’età avanzata delle vittime che accudiva per raggirarle ed estorcere loro denaro. Nello specifico, fingeva il malfunzionamento del bancomat per farsi consegnare del denaro che non restituiva, sfruttando l’incapacità delle vittime di potersi difendere. Il soggetto, talvolta, abusava anche dello stato d’infermità e di deficienza di alcune vittime, che affette da disturbi vari e depressione erano sotto l’effetto di psicofarmaci, facendosi consegnare il loro bancomat e facendo stipulare finanziamenti per l’acquisto di auto e di cellulare. Il pregiudicato, inoltre, si legge ancora nel comunicato, maltrattava in maniera sistematica anche i propri genitori vessandoli e mortificandoli per potersi impossessare di oggetti e denaro che utilizzava per le sue losche attività. I carabinieri, dopo un’intensa attività di indagine volta a raccogliere elementi utili per accertare la pericolosità del soggetto e in accordo con il Tribunale di Livorno, dopo accurate ricerche sono riusciti ad individuare e arrestare il soggetto che è stato trasferito alle Sughere dopo gli accertamenti di rito.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.