Cerca nel quotidiano:


Truffava gli anziani a bordo di una Mercedes: pizzicato 48enne

L'uomo, per raggirare le vittime, si fingeva un amico del figlio e regalava oggetti di poco valore che teneva all'interno della sua auto

Venerdì 2 Febbraio 2018 — 13:22

Mediagallery

E’ stato pizzicato dagli agenti della squadra mobile dopo una truffa messa a segno, e una tentata, nel giro di tre giorni. Il tutto parte dalla segnalazione di un uomo di 73 anni che si è rivolto agli uffici della questura dopo essere stato raggirato e derubato in via Bacchelli, zona Porta a Terra. L’anziano ha raccontato agli agenti di come un uomo di bell’aspetto e ben vestito, a bordo di una Mercedes Classe A di colore grigio, si fosse avvicinato a lui, e spacciandosi per l’amico del figlio, avesse iniziato a scambiare quattro chiacchiere con lui. Per meglio raggirarlo, e conquistare maggiormente la sua fiducia, gli aveva regalato alcuni oggetti come orologi e braccialetti di poco valore (nella foto in pagina, sequestrati dalla polizia) che teneva in auto proprio per questo suo secondo fine truffaldino. Al termine di questa lunga chiacchierata il truffatore, con una scusa, gli aveva fatto aprire il portafoglio dicendogli se gli poteva prestare i soldi per far benzina in virtù della vecchia amicizia con il figlio. L’ignaro 73enne aprendo il borsellino davanti a lui veniva derubato, con un gesto repentino, di tutto il contenuto e poi abbandonato sul posto in men che non si dica: circa 60 euro in tutto.

LA MERCEDES CLASSE A CON LA QUALE SI MUOVEVA IL TRUFFATORE

LA MERCEDES CLASSE A CON LA QUALE SI MUOVEVA IL TRUFFATORE

Dopo questo episodio accaduto martedì 30 gennaio, gli agenti della mobile in borghese hanno individuato e seguito una Mercedes dello stesso tipo con a bordo un soggetto che corrispondeva alla descrizione fornita dall’anziano truffato. Pochi minuti dopo ecco che il malvivente abbordava un anziano, stavolta di 75 anni, in via Buontalenti, zona mercato. Anche qui stessa modalità solo che dopo una decina di minuti il 75enne decide di scendere dall’auto volontariamente in quanto si era accorto che qualcosa non andava. Parte così l’inseguimento degli agenti della mobile, diretti da Salvatore Blasco, che riescono a bloccare il conducente poco prima che imbocchi l’autostrada.
Portato in questura e identificato l’uomo è risultato essere un habitué delle truffe perpetrate dal 1992 ad oggi. Numerosi, infatti, i precedenti di polizia a carico di S.B. (queste le sue iniziali) nato nel 1970 a Napoli, e altrettanto numerosi i fogli di via dei vari Comuni dove ha “operato”. Anche in questo caso è scattata per lui la denuncia di truffa aggravata e il foglio di via dal Comune di Livorno.

Riproduzione riservata ©

16 commenti

 
  1. # Rin tinntin

    Chissà che paura ha avuto foglio di via ? Lo userà per pulire i vetri dell auto….

  2. # Mauro 67

    Numerosi fogli di via….ma ci rendiamo conto?!

  3. # massimo

    Perchè non sostituire tutti quei fogli di”via” con un unico mandato di arresto…

  4. # Skp

    Ci aveva provato anche con mio padre nel parcheggio dell’ipercoop. Erano *MESI* che batteva quella zona perchè ci ha riprovato un paio di volte a distanza di settimane.

    Leggo su wikipedia che i comuni italiani sono 7958 qundi ha ancora molti fogli di via da sfruttare.

    1. # Cocci

      Perché non lo avete segnalato alla polizia? Magari avrebbero potuto fermarlo prima che tuffasse altre persone..

  5. # mi fate ride

    Foglio di via da Livorno. Si sposterà in un’ altra località e altro giro altra corsa come si dice. Poi da qualche altra parte un altro criminale col foglio di via migrerà qui a Livorno e si riparte da zero. Povera Italia che fine che si è fatto.

  6. # compAgno

    Ma sarà stato un poveraccio senza lavoro, chissà perché la giustizia se la prende sempre con i più disperati, vergogna.

    1. # Antonio

      Hahahahahahahaha, mitico compAgno! La cosa che mi diverte di più sono le risposte che puntualmente ricevi dopo ogni commento!

  7. # Pallemosce

    Sta cosa del foglio di via ha lo stesso sapore della corazzata potyonkyn o come si scrive.

  8. # Antonio

    …in questo Far-West….manca lo sceriffo!!!
    …ecco dov’è il problema!!!!

  9. # Antonio

    …”CompAgno” quelli che te chiami “disperati”, non vanno in giro con il “Classe A”, a fregare le persone più deboli e indifese, “gli anziani”, vergognati te a fare simili affermazioni!!!
    Conosco persone che prendono la bicicletta poi il treno e poi di nuovo in bicicletta, per andare a lavoro!!!
    Queste sono persone da ammirare!

  10. # Le chat

    MAI CI FOSSE UNA PENA ESEMPLARE!!!
    Oltre a tutto, questo fior di galantuomo è anche recidivo!

  11. # Daniele

    Con tutte le volte che lo hanno acchiappato lui anziché la galera ha ricevuto un foglio di via dal comune… Io gli farei una statua in villa Fabbricotti a questo qui

  12. # Luca

    Ha collezionato un altro foglio di via…PUNIZIONE ESEMPLARE!

  13. # frankie

    Ma ci fosse un candidato o un partito, che in fase elettorale, avesse
    parlato di aumentare le galere nel nostri Paese!
    Delinquenti, ma tutti liberi: magari poi votano.

  14. # Totò

    Tempo fa al parcheggio Ipercoop un tizio, forse lui oppure qualcuno della stessa “compagnia teatrale ” finse di riconoscermi come una vecchia conoscenza La sua bravura , in perfetto stle di commedia napoletana, fu quella di farmi parlare un po’ …disse che dopo in nostro “comune lavoro ” era diventato commerciante di profumi e si recava spesso in Svizzera Per motivi personali dovendo attraversare spesso quel paese li feci notare che sul parabrezza mancava il ” bollino” cecessario per il transito E già da lì…Poi tirò fuori dei profumi ( di certo contenenti acqua ) con l’intento di regalarmeli però in cambio di un po’ di soldi per la benzina A quel punto ho fiutato l’inganno mi sono allontanato Li per li ho apprezzato la disinvoltura stile Totò dell’approccio ma poi,ripensandoci, mi sono sentito preso per un “vecchio rincoglionito” e ho segnalato il fatto al 113 segnalando il tipo di auto ( Dacia Duster colore blu elettrico ) e le prime due cifre della targa L’operatore al centralino mi disse che avrebbe inviato una volante …