Cerca nel quotidiano:


Devastano la scuola e scrivono “W pisa”

Vandali-ladri alla scuola primaria a Stagno: aule a soqquadro, danni alle macchinette che distribuiscono merendine, scritte sui muri delle classi come “W Pisa”. La condanna di Bacci su Fb

Sabato 9 Luglio 2016 — 07:15

Mediagallery

Vandali-ladri alla scuola primaria a Stagno. A renderlo noto è stato il sindaco di Collesalvetti, Lorenzo Bacci, attraverso la propria pagina Fb con tanto di foto. Non solo aule a soqquadro. Danneggiate le macchinette che distribuiscono merendine e scritte sui muri delle classi come “W Pisa” e simboli sia anarchici che fallici. “Ancora una volta – scrive – l’Amministrazione Comunale si trova di fronte ad atti di vandalismo a danno della Scuola Primaria di Stagno. L’Amministrazione condannando questi gravi comportamenti, che colpiscono un patrimonio della collettività tutta, ritiene sia necessario che venga messo in campo un presidio maggiore da parte delle Forze dell’Ordine soprattutto nei confronti di scuole ed edifici pubblici, recentemente al centro di veri e propri raid vandalici all’interno della frazione di Stagno, al fine di scoraggiare il ripetersi di tali spiacevoli eventi”.
Bacci ha immediatamente scritto al Prefetto e al Questore informandoli dell’accaduto, affinché possa essere posto in essere il massimo sforzo sinergico da parte delle Istituzioni. Si invitano tutti i cittadini che avessero informazioni relative a questo ennesimo reato contro i beni pubblici, a segnalarle prontamente alle autorità competenti.

 

Riproduzione riservata ©

4 commenti

 
  1. # Kristy

    Ragazzini viziati ed annoiati che passano il tempo con atti incivili. Non ci sono più regole è tutto allo sbando.

    1. # rossano

      E genitori assenti che pure li difendono … si raccoglie quel che si semina…

  2. # giancarlo

    Adesso una volta presi .i bravi genitori riverniciano , pagano i danni e devono frequentare per 30 giorni un opera assistenziale . Vedremo se poi i figli rifaranno questo

    1. # FOX

      Hai voglia se lo rifanno, tanto pagano i genitori mica i figli. Il problema di fondo è l’educazione. Non vorrei far rivoltare la Sig.ra Montessori nella tomba, ma se lo avessi fatto io, ai miei tempi mi passava la voglia di fare simili bravate.