Cerca nel quotidiano:


In viale Italia scontro
tra auto e ciclista

Martedì 20 Settembre 2016 — 12:04

Mediagallery

Scontro tra una macchina e un ciclista nella mattina del 20 settembre sul viale Italia. In base a quanto ricostruito, la donna alla guida della Fiat Panda non si è avveduta del sopraggiungere del ciclista e lo ha colpito. Ad avere la peggio l’uomo sul mezzo a due ruote che è stato trasportato al pronto soccorso dalla Misericordia di Montenero con un trauma toracico. Il ciclista comunque è sempre rimasto cosciente e le sue condizioni non sarebbero gravi.

Riproduzione riservata ©

18 commenti

 
  1. # France

    Sarebbe interessante sapere da dove giungesse esattamente il ciclista in quanto su tutto il tratto del viale Italia è presente la pista ciclabile obbligatoria per tutti i ciclisti che la transitano nelle direzioni nord-sud, sud-nord.

    1. # Andrea

      Esatto… Viale Italia non Viale d’Antignano!!
      Poi quella pista ciclabile va bene per chi passeggia in bicicletta o per chi usa la bicicletta per spostarsi e non per chi si allena in quanto diventerebbe assai pericolosa dal momento che è sempre piena di ghiaino.

    2. # codicestradale

      Speriamo che il suo commento lo legga anche il Comando dei Vigili perchè non sembrano sapere che in caso di pista ciclabile i ciclisti sono OBBLIGATI ad usarla !

  2. # ugo

    vedi….se c’era la pista ciclabile…….pronta guarigione

  3. # calafurioso

    Dalla foto si evince che è il Viale di Antignano… e li NON esiste posta ciclabile… e che la Panda veniva da una strada laterale. Io propongo pista ciclabile in tutta tutta la città… come in Olanda Belgio e tutte le Nazioni Civili del Nord Europa! Meditate gente Meditate..

  4. # calafurioso

    Dalla foto si evince che NON è il Viale Italia ma il Viale di Antignano e sicuramente la Panda veniva da una strada laterale. I ciclisti NON sono tutelati come in qualche altra Nazione CIVILE del Nord Europa….qui a livello invece del…Nord AFRICA….e poi la pista ciclabile o pseudo pista è invasa da pedoni…cani…corridori…passeggini… nonni a passeggio e quant’altro. Provate provate e poi vedere. Io propongo piste ciclabili estese in tutta la città…. e quasi TUTTI sulle due ruote e auto ai box!!!

    1. # marco

      Ora il nord europa è diventato per i ben pensati da tastiera il punto di riferimento per ogni cosa riguardi la vita civile… Non curanti che il mondo civile nacque grazie agli antichi popoli greci ed italici! I cari ciclisti possono tranquillamente percorrere l’area pedonale del lungomare in quanto enorme in larghezza e lunghezza. Si tratta di buon senso e soprattutto di intelligenza. Poi se vi garba pedalare in strada all’ora di punta perché è quello che dice il codice della strada bon per voi! Meno chiacchiere e più cervello.

    2. # Marco62

      Caro lei se le piste ciclabili sono invase come afferma da pedoni carrozzine ecc.la strada è invasa da biciclette che non permettono lo scorrimento del traffico e rompono …..ognuno vada con il mezzo che ritiene più opportuno e non si può costringere ad andare in bicicletta per riempirsi la bocca

  5. # Franco Zanni

    In quel tratto non c’è pista ciclabile, ma naturalmente la colpa è del ciclista!

  6. # Olmo

    Sul viale di Antignano non esiste alcuna pista ciclabile e quello è il viale di Antignano. La pista ciclabile sul viale italia non è assolutamente obbligatoria perchè non rispetta i canoni per esserlo ed inoltre non è assolutamente segnalata,basta essere sul lato opposto della strada per non inbattersi in alcun cartello. Alcuni risponderanno che dove è presente la pista deve essere utilizzata ma in realtà la mia risposta è frutto di ricerche più approfondite.

    1. # leccio

      In caso di esistenza di pista ciclabile l’uso è obbligatorio. Unica ricerca valida è l’art. 182 comma 9 Codice della Strada !

  7. # ciclistaBomber

    maledetti ciclisti
    ciclisti state a casa
    ciclisti rovina del mondo

    VIVA LA BICI

  8. # Argonauta

    La Panda veniva dai Tre Ponti, ha atteso che passassero le auto è non si è accorto del ciclista….in quel tratto all’inizio dell’anno fu “steso” un altro ciclista, quella volta, l’auto usciva dalla strada laterale, senza mettere la freccia e sopratutto senza guardare, chi veniva. In quanto alla ciclabile, in quel tratto non esiste, quindi, non c’è nessun obbligo di percorrerla, quando verrà fatta e segnalata, forse i ciclisti la percorreranno.

  9. # Eli

    Auguri di pronta guarigione al ciclista e basta con il “razzismo” verso chi usa la bici.

  10. # machisse

    Se un terzo della popolazione usasse la bicicletta sarebbe un paese migliore.
    Meditate gente .

  11. # Dilvo

    Meno male che non si è fatto un gran male…
    Pronta guarigione e via la patente almeno tre mesi all’autista della panda.
    Mi dispiace ma non c’è obbligo per la pista ciclabile di quel genere dove ci portatano a passeggio anche i cani

  12. # Giusy

    Caro codice stradale, non credo che i cicisti siano obbligati a usare la pista per loro, io 2 anni fa telefonai ai vigili per sapere perchè i ciclisti in via Cattaneo alla Rosa, pur avendo una pista nuova tutta per loro continuavano a stare in mezzo alla strada, il venerdi era aggravato con il mercatino del venerdì e se provavi a dir loro qualcosa ti ci mandavano prima ancora di aprire bocca. Il vigile mi disse che non c’era nessuna legge che li obbligava a percorrere la pista ciclabile e questo è quanto.