Cerca nel quotidiano:


A Montenero nasce la “commissione miracoli”. In aumento i casi

Negli ultimi mesi sono più di 10 le testimonianze raccolte dai monaci di Montenero. Il vescovo, per primo, più che di miracoli parla di "felici coincidenze". Alla neonata commissione tecnica, presente anche un medico italiano laico del Bureau di Lourdes, l'ultima parola

lunedì 10 settembre 2018 18:36

Mediagallery

Una commissione tecnica, livornese – formata da preti livornesi, suor Costanza Galli primario di Cure Palliative, un medico italiano laico del Bureau di Lourdes e altri esperti – è stata istituita ad inizio 2018 con il compito di certificare miracoli. Sono più di 10 i casi, fa sapere la Diocesi, di persone che negli ultimi mesi si sono rivolte ai monaci di Montenero (i primi a raccogliere la testimonianza) raccontando di aver avuto una guarigione miracolosa. Degli ultimi due in ordine di tempo (un bambino italo-americano e una persona di Firenze) ha fatto cenno il vescovo (foto Lanari) il 9 settembre durante la messa per l’alluvione in Collinaia. Entrambi sarebbero guariti miracolosamente.
Tuttavia è il vescovo, per primo, ad andarci cauto e a parlare più che di miracoli di “felici coincidenze” o “guarigioni straordinarie“. L’ultima parola spetta alla commissione che è nata proprio in seguito ai tanti racconti da “verificare” raccolti dai monaci. Una volta raccolta la testimonianza, i monaci informano il vescovo. Quindi i diretti interessati vengono invitati a fornire la documentazione medica della malattia, prima, e dell’avvenuta guarigione medica, poi. Spetta infine al team di esperti studiare le carte e dare il responso.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive