Cerca nel quotidiano:


Addio a Piero, ha fatto la storia della Croce Rossa Livorno

Il Comitato di Livorno perde Piero Chirici, il maggiore rappresentante della propria storia ed il principale artefice della rinascita e dello sviluppo della Croce Rossa a Livorno

Domenica 11 Marzo 2018 — 08:26

Mediagallery

Il Comitato di Livorno perde all’età di 84 anni Piero Chirici, il maggiore rappresentante della propria storia ed il principale artefice della rinascita e dello sviluppo della Croce Rossa a Livorno. Già volontario del soccorso dal 1989, vantava la maggiore anzianità di servizio nell’Unità CRI di Livorno; la sua storia lo vede interprete in quasi tutti i settori emergenziali nei quali l’associazione è stata protagonista in questi anni. Responsabile dei donatori di sangue, Piero ha poi ricoperto le principali cariche direttive della associazione, prima come commissario locale e poi come presidente eletto. Nel corso della sua direzione ha avuto il merito di guidare i primi passi del neonato comitato locale CRI, povero sia di mezzi che di volontari, trasformandolo in pochi anni in una consolidata struttura al pieno servizio della comunità livornese. Esempio per le nuove generazioni di volontari, ha sempre affrontato gli eventi del proprio comitato con impeto e con una passione di appartenenza mai venuta meno. Fino al giorno prima Piero Chirici è stato fattivamente impegnato nelle attività di trasporto infermi e servizio dialisi. Lascia un vuoto enorme all’interno del comitato che si stringe affettuosamente intorno alle figlie e alla compagna di una vita Anna Braccini, attuale presidente del comitato di Livorno.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Massimo Stroppa

    Vicino al dolore dei familiari e di tutto il Comitato della CRI di Livorno e che la terra non sia greve per Piero.
    L’impegno civile di Piero per la sua comunità che sia da esempio e forgi l’esperienza umana di solidarietà di ciascuno di noi in un mondo nel quale l’esaltazione dell’individualità ha sopravvento nelle relazioni umane. Piero nel solco dei sette principi costitutivi della Croce Rossa Italiana è un esempio di vita per una nuova umanità che sappia abbattere le frontiere, per la pace e l’affermazione dei diritti umani, per il sostegno alle genti bisognose per dare loro dignità.

  2. # Nardi Bruno

    Buon viaggio Piero R.i.P., sentite condoglianze ed un abbraccio affettuoso ad Anna, Bruno e Tatiana.

  3. # Abdelilah Addaif

    رغم سنه فقد ترك بصمة في ليفورنو…أتمنى أن يقتادوا به شباب اليوم…//محب للعمل التطوعي:Addaif di Carm.//

  4. # Fabio D'ortona

    Le mie più sentite e sincere condoglianze.

  5. # CLAUDIO Domenico Valerio

    Un abbraccio e sincere condoglianze alla famiglia di Piero , volontari come hanno fatto in modo che il movimento della CRI andasse avanti.
    Claudio Valerio volontario cri da Bolzano

  6. # sonia

    mi dispiace tanto per Anna che sono stati insieme nel bene e e nel bene e nel male come fossero stati sposati un abbraccio forte da parte di Sonia.

  7. # Piero

    Onore e gloria a te e che nello spirito di servizio a chi ne aveva bisogno hai sempre offerto il tuo aiuto di sicuro anche solo con le parole​ immagino. Buon viaggio. Ti ricorderanno. Mi auguro che la tua città ti sappia ricordare dandone lo spunto ai giovani.

  8. # giancarlo

    Grande persona, come ce ne sono sempre meno. Ciao Piero

  9. # Stefano Di Bartolomeo

    Un abbraccio sincero a tutta la famiglia accompagnato dalle più sentite Condoglianze.
    Stefano Di Bartolomeo
    Luschi Mascia

  10. # Manrico Landi

    Addio Piero. Sei stato un GRANDE, sia come persona, che come volontario. Anche se avevi un carattere un pò burbero, possedevi un enorme carica umana. Ne abbiamo passate tante insieme. Ogni volta che guarderò il cielo, vedrò tante stelle, fra le quali la tua. Veglia su tutti noi, ed indicaci la strada per trovare e mantenere il bene comune.