Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Addio a Riccardo, lutto nel mondo degli scacchi

Lunedì 5 Dicembre 2022 — 18:55

Nella foto tratta dalla pagina Fb Scacchi Livorno da sinistra Andrea Raiano, presidente Livorno scacchi, e Riccardo Franceschi

Riccardo Franceschi si è spento all'età di 70 anni. E' stato artefice per due anni della promozione in serie A2 della Livorno scacchi e nel 2007 è stato il secondo miglior giocatore di Livorno

All’età di 70 anni se n’è andato in punta di piedi Riccardo Franceschi, com’era nel suo carattere schivo e riservato ricorda Andrea Raiano presidente Livorno scacchi. “Riccardo è stato uno dei migliori giocatori di scacchi di Livorno, pur avendo cominciato la sua carriera da adulto. Innamorato del nobil giuoco Riccardo ha raggiunto il suo massimo livello come giocatore nel 2006 quando ha sfiorato 2200 punti e il titolo di maestro. Più volte titolare della squadra maggiore di Livorno scacchi è stato artefice per due anni della promozione in serie A2. Riccardo è cresciuto scacchisticamente alla scuola si Stewart Wagman, Marco Ceccarini e Massimo Bardi ed è diventato il n.2 nel 2007″.
Franceschi ha ricoperto per molti anni il ruolo di consigliere di Livorno scacchi organizzando tantissime edizioni del Torneo “Città di Livorno” insieme a Carlo Falciani. Ha ideato e curato il sito di Livorno scacchi. Era anche un appassionato di dama. Negli ultimi tempi era sempre presente nei grandi appuntamenti scacchistici, pur non potendo più giocare. La sua ultima apparizione pubblica è stata all’Open day della scuola di scacchi “Carlo Falciani” il 1 ottobre quando aveva accompagnato il nipotino Mattia di 7 anni, anch’esso grande appassionato di scacchi come la moglie Carla Mazzoni.
A Carla, a tutta la famiglia e a Mattia le condoglianze di Livorno scacchi. Centinaia di messaggi sono già arrivati sulla pagina facebook dedicata. Per chi volesse fare un ultimo saluto, Riccardo rimarrà nella camera mortuaria dell’ospedale fino alle 14 del 6 dicembre.

Condividi:

Riproduzione riservata ©