Cerca nel quotidiano:


Addio al prof. Papini, ha insegnato a generazioni di studenti

Il ricordo dell'ex studente Adriano Tramonti: "Lo chiamavamo il "sergente professore": poteva sembrare burbero ma nei fatti dava il cuore a tutti i suoi alunni". Il 6 dicembre ai Lupi il funerale

mercoledì 05 dicembre 2018 20:29

Mediagallery

E’ scomparso il 4 dicembre, all’età di 73 anni, Giancarlo Papini (a destra nella foto assieme al fratello Sergio, seduto accanto a sinistra, e al migliore amico Andrea Paperini in piedi. Foto gentilmente concessa dal nipote Luca Papini), prof. di educazione fisica all’Orlando, prima, per qualche anno, e all’Iti poi, per 40 anni, la quasi totalità della carriera professionale iniziata all’età di 19 anni.
Laureatosi all’università dell’Aquila, Papini è stato anche allenatore Uisp di basket allenando il mini basket fino alla serie A2 femminile a Trapani, con la Virtus, passando per la serie B femminile a Lucca. Papini era molto conosciuto a San Jacopo e ai Bagni Pancaldi. Adriano Tramonti è stato un suo studente e ricorda con grande piacere quando lui, in qualità di rappresentante di istituto, insieme a Devitt Dini e, appunto, al prof Papini, nel 2002-03, organizzò il torneo delle specializzazioni di calcio a 11 che si concluse con la finale arbitrata dall’ex fischietto Ceccarini e che vide la squadra vincente del torneo dell’Iti sfidare la rappresentativa Enriques di cui faceva parte anche Giorgio Chiellini, oggi difensore della Juventus. “Il torneo nel ’74 c’era già. Riuscimmo a riproporlo nel 2002-03 – spiega Tramonti – All’epoca vi partecipavano anche gli insegnanti e Papini era fra questi. Gli piaceva ricordare il suo famigerato stop e tiro da fuori area”. E ancora, di quando Tramonti e Papini misero in piedi “La ribotta dello sport”, il giornale sportivo della scuola legato al torneo delle specializzazioni che poi diventò il giornale della scuola. E infine di quando, sempre nel 2002, dopo 15 anni Tramonti e Papini riportarono l’Iti ai campionati nazionali di atletica. “In tutti i progetti Papini era il motore. Conservo un ricordo bellissimo di lui anche quando mi capitava, conseguito il diploma, di incontrarlo fuori da scuola. Per me, ma anche per molti ragazzi, era il “sergente professore“: sembrava burbero ma nei fatti dava il cuore a tutti i suoi alunni”. Il funerale è in programma il 6 dicembre, alle 9,30, ai Lupi.

Il ricordo di Simona Bartolami, ex giocatrice di basket allenata da Giancarlo Papini – Giancarlo Papini non è stato solo un mio allenatore di basket. L’ho capito dopo anni grazie anche a lui ho imparato a non mollare. Anzi, a tirare fuori tutta la grinta che serve per non cadere nonostante tutte le difficoltà che si presentano nella vita! Quando sentivo dire il suo nome “il Papini” ero in difficoltà, mi stava anche un po’ antipatico, mi faceva quasi paura, significava sudare, durare tanta fatica, vietato dire non ce la faccio. Ma ora devo solo ringraziarlo, perché ha tirato fuori una parte di me che era ben nascosta ed è quella per la quale ne vado fiera ora: la determinazione e il non lasciarsi “schiacciare” da nessuno e soprattutto avere fiducia in noi stessi. Non dimenticherò mai i suoi allenamenti e soprattutto quando mi teneva in panchina però ora ho capito la lezione anzi, “l’allenamento”! Avrei piacere che in qualche modo gli arrivasse questo mio pensiero. Mi dispiace non avere più l’occasione di dirglielo di persona.

Riproduzione riservata ©

10 commenti

 
  1. # Tognozzi alessandro

    Addio professore

  2. # Emiliano

    Persone cosi dovrebbero essere immortali.
    Riposa i pace grande uomo .

  3. # Italo

    Persona seria, di grandi principi, dote non da poco. Buon viaggio Giancarlo

  4. # Leda Maggini

    Sei stato per me come un secondo padre ❤
    Ti ricordo con tanto affetto.😊Una tua allieva di basket

  5. # laura bandini

    Ciao, Giancarlo. Ti ricordi quando ,giovanissimi, lavoravamo insieme a Venturina ? Il treno preso di corsa, i panini col rigatino , l’ entusiasmo con cui affrontavamo le classi e i problemi che ponevano… Ho ancora una foto con te e una terza media in “gita” nelle campagne vicine e alle terme che ancora terme non erano (era il massimo che allora le famiglie si potevano permettere). Condoglianze alla famiglia

  6. # Labro

    Mi spiace tanto Prof., che ricordi nella palestra dell’ ITI e che piacere tutte le volte che la incontravo e mi riconosceva …
    Buon viaggio

  7. # u8go nogarinINO sono otto

    RIP

  8. # edoardo stefanini

    ciao Coach,
    quante soddisfazioni ci siamo tolti sul parquet e quanti insegnamenti ci hai lasciato…rispetto, educazione e cultura del lavoro erano i tuoi dogmi.

    sincere condoglianze alla Famiglia.

    edoardo stefanini

  9. # Max

    Quante risate Giancarlo alle partite a carte quando battevi la carta sul tavolo perchè vincevi e ti chiamavano “Maradona” dicendo “Hai capitooooo!!”…RIP…

  10. # ANDREA ANGELONI

    PROFESSORE fa buon viaggio, ricordo sempre quando per “punizione” mi facesti toccare 100 volte il ferro del canestro alla mitica ARENA ASTRA ! Eri severamente GIUSTO e LEALE
    Bei tempi quelli del glorioso C.N.L.O !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.