Cerca nel quotidiano:


Addio Ennio, frataio di piazza Cavallotti. Il ricordo del figlio

Il figlio: "Non so come ringraziare tutti quanti per la vicinanza"

Domenica 12 Gennaio 2020 — 19:20

Mediagallery

Il figlio Davide: "E' stato un amico di babbo a postare quanto accaduto su Fb. Secondo lui era giusto si sapesse". Dal post Fb la notizia ha fatto il giro del social solo l'11 gennaio. Ennio è scomparso il 6 gennaio all'età di 74 anni

“Nostro padre avrebbe voluto così: che continuassimo a lavorare senza creare un peso eccessivo perché alla fine chi viene da noi lo fa per vivere una esperienza positiva ed è questo che abbiamo cercato di fare continuando, appunto, a lavorare. E’ stata dura e lo è tutt’ora”. A parlare (QuiLivorno.it ha atteso pazientemente di poter parlare con la famiglia prima di pubblicare la notizia) con la “morte nel cuore” è Davide Rainone, 42 anni, figlio di Ennio, (nella foto gentilmente concessa dalla famiglia) scomparso il 6 gennaio, alle 22,15, all’età di 74 anni compiuti a settembre 2019. “E’ stata per tutti noi una cosa improvvisa. Babbo ha lavorato fino al 13 dicembre. Sulle cause del decesso è stata disposta l’autopsia”, spiega Davide. Dal 7 gennaio 2020, nonostante la tragedia, la saracinesca di piazza Cavallotti non si è mai abbassata. Chiuderà un giorno martedì 14 quando si svolgerà il funerale.
L’attività, oggi conosciuta da tutta la città come Frataio, è stata aperta nel 1920. Il nonno materno di Davide l’ha acquistata nel dopoguerra. Poi dagli anni Settanta hanno iniziato a lavorarci Ennio Rainone, il babbo di Davide, e la moglie Lavinia salvo un breve periodo in gestione ad altri. Nel ’97, all’età di 19 anni, durante gli studi di ingegneria, l’ingresso di Davide che ancora oggi, assieme alla moglie Natalia, al fratello Luigi e a due commesse, continua a portare avanti la tradizione. “Ho pensato che sarebbe stato brutto interrompere l’attività di famiglia e così accettai”. Bomboloni, frati, scagliozzi e a breve i cenci.
La scomparsa di Ennio è del 6 gennaio ma solo l’11 gennaio sera ha iniziato a girare la notizia. Perché? E’ lo stesso Davide a rivelarlo: “E’ stato un amico di babbo a postare quanto accaduto su Fb. Secondo lui era giusto che si sapesse”. Da un post Fb la notizia ha fatto il giro del social: “Non mi aspettavo tutto questo clamore – continua Davide – sapevo che gli volevano bene ma non pensavo fino a questo punto. Io non so come ringraziare tutti quanti per l’affetto e la vicinanza. Grazie davvero a tutti”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.