Cerca nel quotidiano:


Agosto denso di spettacoli per la Mayor Von Frinzius

Agosto è stato un mese scoppiettante per la compagnia teatrale di Lamberto Giannini, la Mayor Von Frinzius

Sabato 14 Agosto 2021 — 08:58

Agosto è stato un mese scoppiettante per la compagnia teatrale di Lamberto Giannini, la Mayor Von Frinzius. Gli spettacoli realizzati sono stati molti, a breve distanza, e tutti unici nel proprio genere. Ad aprire, Mascagni e e le infradito, un tributo al compositore livornese andato in scena sul palco della Fortezza Vecchia in occasione del festival Mascagni off, tributo in cui le musiche di Pietro Mascagni hanno accompagnato i testi del regista Giannini, tutti introdotti da un irriverente Massimiliano Silvestri accompagnato da Irene Morini e Andrea Benassi nel racconto delle parti più importanti della vita di Mascagni.
Il 6 agosto invece, sul prato di Piazza Garibaldi, una replica ridotta di “Augenblick, non ora”, ultima produzione MVF che, dopo aver debuttato in Fortezza Vecchia, è andata in scena in uno spazio del tutto diverso e per questo stimolante per il regista che ha potuto sbizzarrirsi con il suo ottimo gusto per le luci di scena ed ha potuto anche sfruttare la statua di Garibaldi come palco per i suoi attori.
Solo due giorni dopo la Mayor si è imbarcata per la Gorgona, dove, grazie alla collaborazione con il direttore del carcere Carlo Mazzerbo ed Alessandro Aureli, ha tenuto una lezione aperta con i detenuti a dir poco emozionante. Durante la lezione sono stati scambiati racconti di vita vissuta, lacrime e risate, eliminando completamente la differenza tra i carcerati, i ragazzi disabili e quelli non disabili. Come avvenne anche lo scorso anno, l’esperienza in Gorgona è stata toccante, educativa, divertente e decisamente unica per la sua bellezza.
A chiudere gli appuntamenti MVF di agosto vi è stato il debutto di “In fondo a destra”, diretto da Lamberto Giannini e Rachele Casali, sul palco della Fortezza Nuova: il 12 agosto Giuditta Novelli, Marika Favilla ed Emma Titomanlio hanno accompagnato il pubblico in un viaggio nella storia d’Italia che parte dal connubio Cavour Rattazzi per arrivare alla scesa in campo di Berlusconi con testi e sketch ironici e grotteschi in cui hanno interpretato politici italiani e non che si sono rivelati determinanti nel portare l’Italia “in fondo a destra”. A condividere il palco con le tre giovani attrici il regista stesso: Lamberto Giannini e le sue ammalianti introduzioni storiche hanno incantato il pubblico. A rendere il tutto ancora più divertente, l’ormai famoso in tutta Italia Federico Parlanti.
Dopo tutto ciò a cui ha dovuto rinunciare la Compagnia Teatrale in seguito all’avvento del virus che ha messo in ginocchio tutto il mondo, questo mese è stato una boccata d’aria fresca, un simbolo ed uno stimolo per la ripartenza!

Riproduzione riservata ©