Cerca nel quotidiano:


Al Museo di storia approda la Settimana dei beni culturali e ambientali

Al museo di via Roma il 23 e 24 maggio i bellissimi lavori fatti dagli alunni durante l’anno scolastico 2018/2019 sul tema dell’Umorismo. I lavori realizzati saranno raccolti in una pubblicazione

Giovedì 23 Maggio 2019 — 17:54

Mediagallery

Approderà a Livorno giovedì 23 maggio e venerdì 24 la XV edizione della Settimana dei Beni Culturali e Ambientali, la più importante  iniziativa promossa da Fondazione Livorno per tutte le scuole del territorio della provincia. Come lo scorso anno, Umorismo e satira a scuola, tra risate e cultura è il titolo di questa edizione della manifestazione che si sta svolgendo dal 10 al 24 maggio. In date e luoghi diversi vengono allestiti e presentati quattro percorsi espositivi con i bellissimi lavori fatti dagli alunni durante l’anno scolastico 2018/2019, sul tema dell’Umorismo, affrontato e studiato insieme agli insegnanti con la massima libertà e creatività. Quest’anno gli istituti scolastici partecipanti sono 49, 54 i progetti presentati, 136 le classi coinvolte. Grande successo di pubblico hanno già riscosso le manifestazioni che si sono svolte in provincia: il10 maggio presso il Teatro Solvay di Rosignano per le scuole di Rosignano, Cecina e Bibbona, il 14 maggio presso il Cinema Teatro Metropolitan di Piombino per le scuole di Piombino, San Vincenzo e Campiglia M.ma e il 15 maggio presso l’Istituto Comprensivo di Portoferraio, per le scuole dell’Isola d’Elba.  Tutte si sono caratterizzate per l’entusiasmo e l’allegria dei bambini e ragazzi intervenuti ma soprattutto per i bellissimi lavori presentati. A Livorno, vista la grande partecipazione di scuole all’iniziativa, l’evento inaugurale è stato diviso in 3 momenti. La manifestazione si aprirà il 23 maggio alle ore 9.00 e alle ore 14,45, presso il Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, per le scuole elementari di Livorno e Collesalvetti e proseguirà il 24 maggio alle ore 9.30, sempre presso il museo, per le scuole medie e superiori cittadine.

Come consuetudine, i lavori realizzati saranno raccolti in una pubblicazione distribuita a tutti gli alunni partecipanti, e le scuole riceveranno un premio di partecipazione di 1.300 euro, che potrà essere speso per l’attività didattica degli studenti. Un premio speciale, inoltre sarà assegnato ai progetti che si distingueranno per originalità ed accuratezza della realizzazione. I lavori realizzati dagli alunni resteranno in mostra nella Sala delle Esposizioni Temporanee del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo fino a giovedì 30 maggio e saranno visitabili gratuitamente.

Riproduzione riservata ©