Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Al vaglio tassa di passaggio per i pullman. In un anno +12mila turisti. Dati

Giovedì 8 Giugno 2017 — 08:09

di Letizia D’Alessio

Durante i lavori della settima commissione consiliare cultura e turismo del 7 giugno, oltre ad essere emersa l’ipotesi di candidare Livorno nel 2021 a capitale italiana della cultura (clicca qui), sono stati snocciolati tutti i dati relativi alle presenze turistiche. E per incrementare le entrate si pensa ad una tassa di passaggio per i pullman.

Dati turistici 2016: sono stati 141.553 gli arrivi totali registrati nel settore alberghiero ed extra-alberghiero, oltre 12mila rispetto al 2015. Sul fronte delle crociere, le navi arrivate nel nostro porto sono state 403 in più rispetto a dodici mesi prima (+9,21%), che hanno fatto scendere oltre 807mila passeggeri, contro i 697.955 del 2015. Per quanto riguarda i traghetti, sia per gli arrivi sia sulle partenze sono stati toccati oltre il milione di passeggeri. Buone notizie arrivano inoltre dalle cifre di chi nel 2016 è salito sul battello per fare il giro dei Fossi medicei (23.800) e dalle persone che sono salite sul bus scoperto per visitare la città (9.166). Quasi tremila inoltre sono stati coloro che hanno deciso di acquistare la Livorno Card.

Musei e Acquario: Oltre 70mila persone hanno visitato lo scorso anno il Museo di storia naturale del Mediterraneo, facendo registrare un aumento di ottomila visitatori rispetto al 2015. A scegliere l’Acquario sono stati invece quasi 115mila utenti, in leggera flessione rispetto ai dodici mesi precedenti. Solo in 1500 hanno visitato invece la casa natale di Amedeo Modigliani. Merita un discorso a parte il Museo Fattori: nel 2016 i visitatori sono stati (compresi i Granai) 18.909. “Sono dati preoccupanti” è stato il commento della consigliera di maggioranza Maria Cristina Mileti. Dal canto suo tuttavia l’assessore Belais ha fatto sapere che a breve partiranno i lavori di ristrutturazione della facciata del Museo e che saranno investiti dei fondi per fare un nuovo sito e per una nuova cartellonistica fuori da villa Mimbelli. Dal prossimo anno inoltre il responsabile della cultura spera di poter fare rimanere aperto il Museo Fattori con orario continuato quando ci sarà la presenza di navi da crociera in città.

Dati Effetto Venezia 2016: Oltre 135mila persone hanno visitato la scorsa edizione della kermesse estiva livornese, di cui 35mila non residenti in città. Visitatori che hanno speso in media 21 euro al giorno, in una manifestazione che ha generato un indotto di 3 milioni di euro. Si attende ora quale sarà il programma dell’edizione di quest’anno.

Tassa soggiorno/Tassa passaggio: Per la nostra città l’incasso della tassa di soggiorno si aggira intorno ai 350 mila annui (di cui 100mila sono destinati all’ufficio turistico). Troppo pochi per sostenere interventi in un ambito potenzialmente molto importante. Per cercare di raccogliere qualche risorsa in più Belais ha riferito che in un prossimo futuro potrebbe essere vagliata l’ipotesi di introdurre una tassa sui pullman che faranno tappa in città per portare poi i turisti in altri luoghi (imposta sul passaggio).

Bagni pubblici: Oltre un anno fa fu votato in Consiglio comunale un atto della consigliera di Forza Italia Elisa Amato che chiedeva l’introduzione di bagni pubblici in città. Secondo quanto ha comunicato in commissione Belais, l’amministrazione avrebbe individuato il primo luogo dove collocare i servizi igienici. Si tratta di via del Porticciolo, dove solitamente vengono posti quelli mobili durante Effetto Venezia o altri eventi.

Condividi:

Riproduzione riservata ©

QuiLivorno.it apre il canale Whatsapp. Iscrivetevi.

QuiLivorno.it invita tutti i lettori ad iscriversi al canale whatsapp aperto il 12 dicembre. Per l’iscrizione, gratuita, cliccate il seguente link https://whatsapp.com/channel/0029VaGUEMGK0IBjAhIyK12R e attivare la “campanella” per ricevere le notifiche di invio articoli. Riceverete i link delle notizie più importanti della giornata. Ricordiamo che potete continuare a seguirci sui nostri social Fb, Instagram e X