Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Nuova rotatoria collegherà via di Montenero e la Variante

Martedì 30 Agosto 2022 — 09:32

Nella foto tratta dal sito del Comune il sindaco e i tecnici del Comune durante il sopralluogo al cantiere della futura rotatoria che collegherà via di Montenero e la Variante Aurelia

Partiranno dopo il 19 settembre e avranno una durata di circa un anno e mezzo. Inizialmente progettata a servizio del nuovo Polo Ospedaliero, non più realizzato, la rotatoria sarà a servizio dell'abitato di Montenero al fine di risolvere i problemi di sicurezza evidenziati da anni dai residenti

Sopralluogo del sindaco Luca Salvetti al cantiere della futura rotatoria che collegherà via di Montenero e la Variante Aurelia. Per l’occasione sono stati presentati il progetto e il programma dei lavori che partiranno dopo il 19 settembre ed avranno una durata di circa un anno e mezzo.
L’importo complessivo dei lavori ammonta a 2.214.745 euro. La rotatoria sarà collocata in via di Montenero all’altezza dell’ingresso della Variante Aurelia. Inizialmente progettata a servizio del nuovo Polo Ospedaliero, non più realizzato, sarà ora a servizio dell’abitato di Montenero al fine di risolvere i problemi di sicurezza evidenziati da anni dai residenti. La progettazione dell’intervento risale agli anni 2012-13 e l’aggiudicazione dell’appalto a dicembre 2018. La modifica del progetto è sostanzialmente relativa alla sottrazione del ramo di rotatoria che l’avrebbe collegata al nuovo presidio, ha comunque comportato il rilascio di un nuovo nulla-osta da parte di ANAS (dicembre 2020) e la concessione delle aree nelle more di una diversa convenzione da stipulare.
Nel frattempo la compagine dell’Associazione Temporanea di Imprese che ha vinto la gara di appalto ha cambiato composizione ed il Covid ha reso necessario rivedere gli elaborati della sicurezza sul cantiere. Ad inizio agosto 2021 sono state prese in consegna le aree Anas dal Comune di Livorno, il quale ha effettuato, intorno a metà mese, una prima assegnazione alle imprese per l’allestimento del cantiere.
Successivamente è stata pulita l’area dove è stato installato il cantiere, è stato fatto un rilievo plano-altimetrico di dettaglio poi esteso ad una zona adiacente – interessata da una modifica geometrica non sostanziale di posizionamento della rotatoria per evitare interferenze con i sotto servizi e favorire accessi carrabili ad una decina di unità immobiliari – ed è stato nominato un archeologo, su richiesta della Soprintendenza. I lavori non sono partiti a causa della pandemia e dell’aumento dei prezzi, ma con l’approvazione del Decreto Aiuti le problematiche economiche si sono risolte. L’associazione temporanea di imprese è composta da: Abate Srl, Edinfra Srl, Di Gabbia Adolfo & Figlio Srl, Lu.Mar Impianti Srl, D.G.M. Srl, F.lli Barbini Srl.
Il sindaco ha specificato che per rendere migliore la mobilità e la vita nella nostra città sono necessari progetti e lavori che riguardano la manutenzione stradale. Le rotatorie influiscono positivamente sulla sicurezza dei cittadini, soprattutto se rispondono ad esigenze specifiche richieste negli anni dagli abitanti, come è accaduto appunto a Montenero. E’ importante dare la priorità ad una vita pubblica che progressivamente si risana.

Condividi:

Riproduzione riservata ©