Cerca nel quotidiano:


Alluvione, chiesto il rinvio a giudizio per Nogarin e Pucciarelli

Il 14 gennaio del 2020 i due si presenteranno davanti al giudice per l'udienza preliminare Sacquegna con l'accusa di omicidio colposo plurimo. Nogarin: "Credo nella giustizia". L'avvocato di Pucciarelli: "Indagheremo meglio l'iter che ha portato a questa conclusione"

mercoledì 11 Settembre 2019 16:29

Mediagallery

Sarebbe stata notificata nelle scorse ore la richiesta di rinvio a giudizio da parte della magistratura livornese per l’ex sindaco Filippo Nogarin e per l’ex capo della protezione civile comunale Riccardo Pucciarelli. Per entrambi l’accusa della procura della Repubblica di Livorno, in seguito ai due anni di inchiesta, è quella di omicidio colposo plurimo in relazione agli otto morti dell’alluvione che sconvolse la nostra città due anni fa. A darne notizia ufficiale è stato il Tgr della Toscana in onda su Rai 3 alle 14 di mercoledì 11 settembre.
Si tratterebbe dunque della conclusione naturale di un iter processuale, quello relativo all’inchiesta aperta in seguito all’alluvione, avviato ormai due anni fa e che ha messo sotto la lente di ingrandimento i vari comportamenti di Nogarin e le eventuali responsabilità sue e di Pucciarelli.
“Mi dicono i giornalisti che oggi la procura di Livorno avrebbe chiesto al gip di rinviarmi a giudizio per quanto successo il 10 settembre di due anni fa – scrive Filippo Nogarin sulla sua pagina Facebook – quando un’alluvione senza precedenti ha messo in ginocchio mezza città e soprattutto ha provocato la morte di 8 miei concittadini. C’è voluto un po’ di tempo evidentemente per arrivare a questa decisione, visto che le indagini si sono chiuse esattamente 9 mesi fa. In ogni caso, per certi versi sono sollevato: finalmente sarà un giudice terzo e dunque indipendente a valutare i fatti e i documenti e ad esprimersi sul mio operato. Perché tutti i cittadini di Livorno, a cominciare da chi in quelle ore ha perso un conoscente, un amico, un familiare, hanno il diritto di avere giustizia. E io continuo a credere profondamente nella giustizia”.
“Andremo sicuramente a vedere l’attività di indagine ulteriore che ha svolto la procura in seguito all’interrogatorio effettuato con il mio assistito – commenta l’avvocato difensore di Pucciarelli, Anna Francini – per capire meglio l’iter che ha portato i magistrati a chiederne il rinvio a giudizio programmato per il 14 gennaio 2020 davanti al giudice Marco Sacquegna“.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.