Cerca nel quotidiano:


Alluvione, fiaccolata per non dimenticare

In molti hanno voluto partecipare attraversando le "ferite" che quella notte inferse alla città di Livorno

mercoledì 11 Settembre 2019 08:14

Mediagallery

Una fiaccolata silenziosa quella che ha preso piede la sera di martedì 10 settembre da via Grotta delle Fate fino ai Tre Ponti e inserita all’interno del programma di eventi e manifestazioni “Livorno SiCura”. (clicca sul link in fondo all’articolo per vedere la fotogallery). Per non dimenticare. Mai. Una scia di luce lungo le ferite che l’alluvione ha inferto alla città di Livorno. Ferite rimarginate, curate, ma ancora vive nel cuore dei livornesi. In testa al gruppo le Istituzioni con il primo cittadino, Luca Salvetti, in prima fila accanto al consigliere regionale Francesco Gazzetti in rappresentanza della Regione Toscana. Insieme a loro il prefetto Gianfranco Tomao, il presidente del consiglio comunale e vice presidente della provincia Pietro Caruso, il vice presidente del consiglio comunale Gianluca Di Liberti, l’ex vice sindaca Stella Sorgente e il deputato del Pd, Andrea Romano. Nel gruppo anche gli assessori Simone Lenzi, Giovanna Cepparello e Viola Ferroni e il responsabile dell’Ufficio di Protezione Civile, Lorenzo Lazzerini. Presenti e immancabili anche tutte le associazioni di volontariato e soccorso che proprio in quei tragici giorni erano in prima linea a spalare fango e ad aiutare le tante persone bisognose di aiuto.
Un lungo “serpente” di luci e preghiera, di silenzio e cuori in ascolto e tesi verso quelle voci di aiuto soffocate dal fango nella tragedia di due anni fa che mise in ginocchio la nostra Livorno. Tanta la gente comune che ha voluto dire “ci siamo, non dimentichiamo”. In molti hanno partecipato a questo corteo del dolore. Affinché ascoltare il rumore della pioggia non faccia più paura.

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # Sandy Di bartolomeo

    Sono già passati 2 anni sempre nei nostri cuori ❤

  2. # Indiscesa

    Aspettando i lavori di pulitura delle fosse e caditoie di tutta la via di montenero. Completamente cementate.

  3. # Didi

    ❤️

  4. # Cinzia

    Anche se non c era tanta gente..il livornese questa tragedia l’ha tatuata nel cuore…😭

    1. # Raffaele

      Cinzia probabilmente lei come me e come chi ha dato una mano, ha sentito molto ed è stata colpita da quello che è successo in particolare chi non ce più. Ma non generalizzi sulla bontà dei Livornesi. Purtroppo non tutti siamo quei tesori di genuinità schiettezza e bontà che ci crediamo. Ce tanta Fai a retorica su questo…
      La saluto cordialmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.