Cerca nel quotidiano:


“Anche in città iniziano a scarseggiare le materie prime”

Parla Federica Garaffa Cristiani come presidente provinciale della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) di Confcommercio Livorno

Sabato 13 Novembre 2021 — 12:41

Mediagallery

“Già annunciata a livello nazionale, purtroppo anche sul nostro territorio molti ristoranti, pasticcerie, pubblici esercizi, ci stanno confermando la scarsità di materie prime da reperire come latte, burro, farina e altri alimentari, per non parlare dei prodotti di carta e packaging: gli ordini vengono consegnati con discreto ritardo o addirittura annullati, anche se spesso si tratta di ordini periodici su base annua”. Parla Federica Garaffa Cristiani come presidente provinciale della Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe) di Confcommercio Livorno.
“Molte aziende fornitrici non sono sopravvissute alle chiusure per la pandemia, per cui la ripresa delle vendite al consumo non trova risposte nella produzione all’ingrosso. La scarsa reperibilità dei prodotti ha come inevitabile conseguenza l’aumento dei prezzi delle materie prime, che insieme alle maggiorazioni nei costi di energia rendono questo periodo molto impegnativo sia dal punto di vista economico sia organizzativo. Le scorte finora hanno salvato gli approvvigionamenti ma le festività natalizie si stanno avvicinando con l’auspicato incremento dei consumi, mentre l’intera catena di distribuzione sta arrancando. Come Fipe assicuriamo che gli imprenditori stanno facendo di tutto per mantenere il livello del servizio, assorbire parte degli aumenti e offrire prodotti perfetti al consumatore finale”.

Riproduzione riservata ©