Cerca nel quotidiano:


Appartenenza Labronica non si ferma: in consegna pacchi alla Scopaia e in Corea

Anche per il 31 dicembre e per i primi giorni del nuovo anno i volontari dell'associazione con sede in via Piemonte 28 saranno in giro per alcuni quartieri cittadini per portare un sorriso. Come? Consegnando pacchi alimentari a chi ne ha più bisogno

Giovedì 31 Dicembre 2020 — 10:21

Mediagallery

Chi volesse contribuire in qualsiasi maniera alla causa può contattare direttamente l'associazione o recarsi in sede tutti giorni dalle 17 alle 19 in via Piemonte 28 oppure effettuando una donazione tramite Iban intestato ad Appartenenza Labronica Onlus: IT18W0311113700000000000562

La solidarietà  non si ferma. La onlus Appartenenza Labronica, nata ufficialmente poche settimane fa sulla scia del progetto ideato da Bruno Rotelli, scende in campo anche in questi giorni di festività. Anche per il 31 dicembre e per i primi giorni del nuovo anno i volontari dell’associazione con sede in via Piemonte 28 saranno in giro per alcuni quartieri cittadini per portare un sorriso. Come? Consegnando pacchi alimentari a chi ne ha più bisogno. In queste ore i volontari saranno presenti in Corea e alla Scopaia. Chi volesse contribuire in qualsiasi maniera alla causa può contattare direttamente l’associazione o recarsi in sede tutti giorni dalle 17 alle 19 in via Piemonte 28 oppure effettuando una donazione tramite Iban intestato ad Appartenenza Labronica Onlus: IT18W0311113700000000000562.
“Possiamo dire con forte soddisfazione di aver riscosso una grande partecipazione con piccole e grandi donazioni, previa consegna di tessera, che sono state immediatamente impiegate per l’acquisto di generi alimentari – spiegano da Appartenenza Labronica – Generi alimentari che sono stati donati a persone che si trovano in difficoltà. Molti pacchi sono stati recapitati a domicilio ma sono molte le persone che si sono presentate anche nella nostra sede a ritirare i generi alimentari. Abbiamo avuto modo di conoscere di persona le famiglie che stanno attraversando un momento di difficoltà e ci promettiamo di essere vicini sempre a tutti coloro che stanno vivendo un momento di avversità. Domani saremo ancora nella nostra sede ad aspettare un piccolo gesto di solidarietà. Questa è la Livorno che piace a noi, quella che nei momenti di difficoltà risponde: “Sempre presente”.
wp-image-387008″ src=”https://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2020/12/appartenenza-600×400.jpg” alt=”” width=”425″ height=”283″ />Cos’è Appartenenza Labronica – Appartenenza Labronica è un progetto che nasce dall’idea di Bruno Rotelli nel marzo del 2018 con lo scopo di esaltare e valorizzare la città e le tradizioni di Livorno. Tutto è iniziato con la realizzazione di alcuni murales rappresentanti passioni e situazioni cittadine. La scelta di utilizzare questo mezzo è dovuta principalmente alla capacità di quest’ultimo di arrivare agli occhi di tutti con i suoi colori e con il suo significato. Ogni muralesè sempre stato regolarmente autorizzato dal Comune di Livorno ma autofinanziato dal creatore del progetto con lo scopo di non rimuovere fondi al Comune e ai suoi servizi. Nel primo murale, realizzato in viale Ippolito Nievo, campeggia su uno sfondo amaranto la scritta “Livorno è la mia città” e due simboli importanti di Livorno: il Fides e lo stemma del Livorno calcio.
Nell’estate del solito anno è stato fatto in via dei Pensieri un altro murale raffigurante il Palio Marinaro: manifestazione remiera che si svolge a Livorno nelle acque antistanti la Terrazza Mascagni che vede contrapporsi diverse imbarcazioni rappresentantialcuni rioni livornesi. A seguire è stata ideata una nuova pittura murale in via Mastacchi dove sono illustrate alcune tipicità dell’enogastronomia livornese come il ponce, il cacciucco, il 5 e 5 e le triglie alla livornese. L’ultima realizzazione, diversa rispetto alle altre, è un’istallazione fotografica in viale Nazario Sauro rappresentante alcune scene della tragica alluvione del 2017. Lo scopo di questa realizzazione è stato quello di celebrare la solidarietà e l’unione livornese che, in un momento così tragico, si è dimostrata esemplare e di estremo aiuto. Il progetto e i suoi quattro lavori hanno riscontrato unforte apprezzamento da parte dei cittadini. Diverse persone hanno partecipato e aiutato nella realizzazione di questi murales e sempre di più sono quelle che si sono proposte per partecipare. È per questo motivo che Appartenenza Labronica sta diventando un progetto ancora più concreto. È adesso a tutti gli effetti certificata come Onlus no profit (con codice fiscale) con sede in via Piemonte, 28 attraverso la quale ognuno di voi potrà continuare a sostenerla. “Come Onlus continueremo nella realizzazione di murales – spiega Rotelli – ma il nostro lavoro non si fermerà a questo: con la comparsa del Covid-19 siamo sempre più convinti che ci sia bisogno di un aiuto più attivo nei confronti deicittadini ed è per questo che c’è l’intenzione di impegnarsi attivamente verso il sociale”.

Riproduzione riservata ©