Cerca nel quotidiano:


Appello degli artisti ad una sinistra unita

Dal mondo della cultura un appello all'unità delle forze politiche dell'area progressista livornese in vista delle elezioni comunali. I firmatari

giovedì 10 gennaio 2019 17:14

Mediagallery

Dal mondo della cultura un appello all’unità delle forze politiche dell’area progressista livornese in vista delle elezioni comunali (leggi qui – i risultati del sondaggio realizzato da Simurg). “In qualità di società civile e mondo della cultura, noi artisti ed operatori culturali livornesi – scrive Luca Zannotti (in foto), promotore dell’appello e imprenditore dello spettacolo – intendiamo rivolgere un appello ai rappresentanti delle liste e dei partiti dell’area progressista impegnati nella politica cittadina, affinché per le amministrative 2019 possano convergere in un progetto unitario, plurale, responsabile, basato su temi e valori comuni, arginando il dilagante fenomeno di adesione ai partiti sovranisti e nazionalisti delle destre”.
Queste parole rappresentano la sintesi dell’appello affinché il centro-sinistra si unisca a livello locale contro una eventuale affermazione della Lega. Molte personalità di rilievo del mondo della cultura hanno aderito spontaneamente all’appello.

I firmatari: da Federico Maria Sardelli a Claudio Marmugi, da Bobo Rondelli a Francesco Bruni, Simone Lenzi, Alessio Pizzech, Mario Cardinali, Daniele Caluri, Michele Crestacci, Emanuele Barresti, Marco Voleri, Emanuela Gamba, Daniele Catalucci, Simone Manetti, Veronica Galletta, Monica Brachini, Letizia Carmignani, Ilaria Di Luca, Alberto Pagliaro, Marta Biagini, Andrea Gambuzza, Paola Pasqui.

Riproduzione riservata ©

STA PER NASCERE LA NUOVA APP DI QUILIVORNO.IT.  SARA’ ONLINE SU APPLE STORE E PLAY STORE CON FUNZIONI MAI VISTE FINO AD ORA IN CITTÀ. AVVISA PARENTI E AMICI.

LA REDAZIONE DI QUILIVORNO.IT

37 commenti

 
  1. # Luca3

    Che nostalgia! Sembra di essere tornati ai tempi del vecchio PCI quando gli “intellettuali” cosidetti indipendenti si mobilitavano con appelli e firme per il partito!

    1. # quaspale

      mmbbuhhahhhaah….. la sinistra unita? non lo è da almeno un quarto di secolo….
      comincia ora?
      ma speriamo!!! però, la vedo dura….

  2. # Sandro65

    Nell’intervista di Tele Granducato il personaggio intervistato ha esordito col dire che loro non fanno politica. Magari non saranno attivisti, ma è come se lo fossero. Certo che avranno un bel daffare, a convincere la sinistra a trovare un fronte comune. Già, ma quale? L’incrocio tra vecchia DC e PSI che è il PD, con LEU e compagnia? Risposta difficile da dare per quanto si impegnino a farlo.

  3. # Peter

    Boia de’, ora m’hanno ‘onvinto!

  4. # Aiutateci

    Ok alla sinistra unità a Livorno basta che però non ci sia il PD. Io voto Buongiorno Livorno ma se si allea con PD il Mio voto è perso. Con le altre forze di sinistra ok.

    1. # Fabio1

      quindi, per ripicca, Salvini? o ancora 5S?
      con le ripicche invece di salire il gradino, si scende (in tutti i campi).

      1. # Peter

        Perché lei pensa di risalire il gradino con il PD?

        1. # fabio1

          voglio smettere di scendere ed in giro ci sono troppi baratri. E’ già successo che l’Italia è caduta in un baratro senza rendersene conto ed è stata dura risalire la china. Purtroppo troppi di noi pensano con il cervello degli altri.

        2. # Bimbacambiata

          Peter…Sei grillini e s’è capito. Ora datti pace perché di altre cialtronate non ci s’a voglia. Avviati a passi lunghi e ben distesi verso l’autostrada digitale che attraversa il Brennero sospinto dal un fortissimo vento di boom economico. Vai vai

      2. # AiutateCi

        No Fabio voglio votare partiti di sinistra e non l’ex DC con al comando Renzi. Il PD lo paragono ai 5 stelle. Per la mia città voglio una sinistra vera e non chi tutela le banche e schiaccia il popolo.

  5. # Cisco

    Ma quanta paura avete?????….

    1. # Pappaincapo

      Scusa ma di chi ??? perchè qui non vedo nessuno che per adesso si ricandida e che può almeno pensare di essere rieletto

  6. # Roberto

    Bravi

  7. # ARMAND

    Finalmente la voce degli artisti che sicuramente riunirà tutti i partiti e partitini della sinistra che si scannano da quando sono nati!

  8. # Franco

    Ahahahahahaah!

  9. # Peter

    Cambiate titolo e scrivete “ALCUNI ARTISTI’ E non fate di tutta l’erba un fascio.
    Grazie

  10. # GRAZIE INTELLETTUALOIDI

    Più vedo che questo nuovo governo e soprattutto Salvini hanno tutto il mondo contro e più ho le idee chiare su chi votare alle prossime elezioni comunali ed europee.

    1. # fabio1

      perchè non ti fermi a pensare che forse, se tutti sono contro di lui/loro, chi si deve fermare sono proprio questi ultimi?
      Basta dire che Salvini si è presentato da Vespa con un foglio stampato dove indicava che i morti dei disperati che attraversano il mare da quando c’è lui sono solo 28; detto da lui, è un dato ufficiale ma poi è ufficioso perchè non si sa quante persone potrebbero esserci in fondo al mare.
      Se ti fa comodo credere a questa “verità” fai pure. Ti ricordo che stiamo parlando di vite e non di noccioline. Idem per i soldi che il Carroccio (dove Salvini ne fa le veci) deve rendere a noi italiani. Quando e come li renderà non mi è chiaro.

  11. # Marco975

    Condivido la necessità di bloccare l’ascesa di un partito reazionario xenofobo e razzista come quella della lega (partito più vecchio presente in Parlamento, alla faccia del “governo del cambiamento”).
    Per quanto a Livorno idee e visioni solidaristiche ed egualitarie presentino ancora un forte radicamento, purtroppo non si può escludere che questa forza regressiva e di estrema destra – che già prevedibilmente aumenterà i propri consensi- riesca a vincere anche nella nostra città. E’ indubbio che tiri una brutta aria, specie nelle fasce e nei quartieri popolari.
    Benissimo quindi l’appello. A patto, però, che questo non venga interpretato come un invito a sostenere il PD e tutti i suoi vari “satelliti”: tutto ciò, nella consueta – e fallimentare – logica del “meno peggio”, del “male minore”, del “turiamoci il naso altrimenti arrivano gli altri”. Abbiamo già dato. E, soprattutto, non funziona: né a livello nazionale, né a livello locale, né a lungo né a breve termine
    Pertanto, giustissimo ridurre la frammentazione a sinistra (ad esempio, proponendo ai cittadini un solo ed organico progetto alternativo di città da parte di tutte le forze della sinistra antiliberista) Attenzione tuttavia a non portare acqua a chi – PD in primis- da moltissimi anni ha abbandonato le ragioni dei lavoratori e dei classi meno abbienti e di sinistra, non ha più nulla.

  12. # marco

    Eppure mi sembra di aver visto su questa piattaforma che hanno dato il PD come primo partito a Livorno ???
    forse mi sono solamente sognato…

    1. # Marco

      E’ QUILIVORNO che sogna… sogna di poter cambiare il mondo censurando i commenti contro il PD e pubblicando quelli che definiscono lega come un partito xenofobo, reazionario e razzista…ma d’altra parte si sa che il maiale sogna ghianda.

      1. # Marco

        Bravi questo lo pubblicate per far vedere che non è vero che censurate? Ma avete visto le recensioni su Google play? Siamo in Italia non siano in Cina e moderare non vuol dire censurare i commenti che non coincidono con i vostri discutibili orientamenti politici a cui milioni di italiani hanno dato il ben servito. Contro Nogarin si può scrivere di tutto ma guai a muovere critiche anche anche pacate a esponenti PD che farebbero solo bene a vergognarsi!

  13. # nedo9

    ci mancava l’appello degli artisti radical-chic.. la sinistra ormai non parla più’ al “proletariato”, ai disoccupati, a ci non arriva a fine mese.. solo di europa e migranti, quindi ovvio che i ceti piu’ bassi si rivolgano altrove. Tutta la gente che sento da shangai korea stazione sorgenti mi dice solo una parola: lega

    1. # Cesare Lazzini

      Un appello l’ho fatto anch’io, che non sono nessuno. Avevo maturato la stessa idea indipendentemente da Luca Zannotti, e mi ha colpito il fatto di leggere pochi giorni dopo la sua lettera sulla stampa. L’ho contattato e conosciuto il giorno stesso; condividiamo la stessa sincera preoccupazione e voglia di fare qualcosa.
      Per due che scrivono, ce ne sono tanti che la stessa cosa la pensano ma non fanno rumore.
      Chi crede mi contatti su Facebook o a [email protected], cercheremo insieme il modo da qui a Maggio di diffondere ed amplificare il messaggio di unità e più saremo, più saremo ascoltati

  14. # elisa

    si si credeteci l’importante è quello, poi alle votazioni fate il solito tonfo.

  15. # Dubbioso

    Sì gli intellettuali e gli “artisti” si stanno mobilitando a sinistra….ma il popolo?

    1. # Cesare Lazzini

      il popolo siamo tutti, nel mio piccolo sto cercando di smuovere qualche livornese ad attivarsi da qui a maggio per promuovere l’unità, contattami su Facebook se credi

  16. # Frabarzz

    Parlano come uomini di sinistra,ma sono tutti o quasi personaggi con le tasche piene e che non hanno problemi ad arrivare a fine mese…

    1. # Lobe1975

      Parole sante; pienamente d’accordo con quello che dici.

  17. # Lavedodura

    M5S e Lega alleati (come già avviene al governo) in questo sondaggio sono più forti del PD, quindi la vedo dura per la sinistra, peraltro divisa come è evidente anche dai commenti qui

  18. # Adriana

    Con le idee si scrivono poesie, con i fatti si realizza e si produce realtà.

  19. # Carla

    Occorre anche indicare almeno alcuni punti di temi e valori comuni per uscire dal generico sinistra si destra no.
    E’ difficile ma necessario, come quando si sposta il timone di una barca per cambiare la direzione.
    Provateci. E siate brevi e netti.

  20. # freelance

    Non si capisce il perché gli artisti stanno dalla parte di sinistra , mentre il vero popolo i più bisognosi e quello che più di tutti li seguono sono per la maggior parte di destra , per le cose giuste e non di parte

    1. # Karl

      Attualmente con sinistra si indicano in genere gli esponenti del mondo finanziario internazionale, dell’ uniformità verso il basso delle classi popolari (magari facendo da fuori venire altri disgraziati per impoverire maggiormente la popolazione a basso reddito in quanto la torta da spartire per il popolo è la stessa e non aumenta), del liberismo sfrenato e del globalismo commerciale che mette in ginocchio i produttori italiani. Con destra invece si identificano essenzialmente coloro che vogliono recuperare la sovranità nazionale e la capacità di decidere da soli la politica del proprio paese e non eseguire gli ordini altrui. Decidete voi chi stia dalla parte del popolo.

  21. # Marco975

    Un conto è sostenere che la Lega a Livorno, presumibilmente, aumenterà i propri consensi, non solo facendo man bassa dei consensi di centro-destra, ma anche raccogliendone moltissimi (troppi) nei quartieri popolari ed operai. Un altro è affermare che in Corea, alle Sorgenti o a Fiorentina sarà un plebiscito per il candidato di Salvini…Dal momento che i “sovranisti” ed i loro seguaci ci ricordano ossessivamente i sondaggi, si vadano a leggere bene quelli inerente la situazione livornese. La realtà è si preoccupante, ma di certo non è ancora come certa propaganda di destra vuole raffigurarla. E soprattutto, una sinistra vera – non il PD che di sinistra non ha proprio nulla- sarebbe in grado di intercettare e recuperare larghissima parte di questo “suo” consenso disperso.
    Che quello di Salvini sia un partito reazionario, xenofobo e di estrema destra è un elemento di solare evidenza. Basti vedere il decreto insicurezza – palesemente razzista, incostituzionale oltre che foriero di illegalità e clandestinità- e l’indegno comportamento verso quei 49 disgraziati in mezzo al mare.
    Sostenere poi che la lega difenda il proletariato e le classi popolari è proprio roba da barzellette. A differenza di quanto afferma la propaganda leghista – che alimenta odio, intolleranza e un’indecente guerra fra poveri – i gravi problemi delle classi popolari non derivano dagli immigrati, ma da politiche pubbliche ed economiche che quel partito, nel corso degli ultimi 25 anni, ha invece sempre pervicacemente sostenuto ad ogni livello di decisione politica.
    A tale ultimo proposito, siccome la storia è importante, agli smemorati ricordo che: – la lega è il partito più vecchio presente in Parlamento; ha fatto parte di quattro governi nazionali con ruoli di primissimo piano nei governi Berlusconi (do you remember?); governa da decenni le regioni più produttive del nord; ha votato tutti i trattati europei, oltre che tutti i provvedimenti che hanno mercificato il lavoro e smantellato lo stato sociale.

  22. # Sandro65

    Ah, per inciso: alle ultime comunali a Pisa, il PD ha vinto solo nel quartiere di Porta a Lucca, storicamente abitato dal ceto più abbiente della città, zona di professionisti o personaggi della Pisa bene, con tanto di villa o villetta di proprietà. E questo è un elettorato di sinistra?

  23. # Acciaio

    E per il 50% che va a votare tutto questo baccano (dati del ballottaggio) !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.