Cerca nel quotidiano:


Arrivano estintori e rilevatori di fumo nelle strutture occupate

Il portavoce del "Comitato Diritto alla Casa": "Qui alla Torre della Cigna ci sono circa 54 famiglie, ci siamo completamente autofinanziati per affrontare al meglio le eventuali emergenze, vogliamo evitare nuove tragedie"

Sabato 21 Ottobre 2017 — 08:18

di Filippo Ciapini

Mediagallery

Dotare tutte le strutture di estintori certificati (ne sono stati acquistati oltre 50 e sabato 21 ottobre saranno distribuiti a partire proprio dalla Torre occupata), distribuzione di oltre 30 rilevatori di fumo da sistemare in ogni edificio, sostituzione progressiva delle cucine a gas con piastre elettriche. A seguito del tragico incidente avvenuto all’interno della Torre della Cigna le famiglie del “Comitato Diritto alla Casa” hanno deciso di mettere in piedi (e finanziare) un programma di messa in sicurezza generale di tutte le strutture occupate presenti in città. Programma che hanno illustrato venerdì 20 ottobre alla Torre della Cigna nel corso di una conferenza stampa.
“Sono arrivati questa mattina (20 ottobre, ndr) gli estintori – spiega il portavoce del comitato “Diritto alla Casa” Gianfranco Barba – adesso li porteremo nelle varie zone che vanno dalla Circoscrizione 3 fino alla struttura di via Borra”.
Non solo, saranno anche distribuiti anche trenta rilevatori di fumo e progressivamente saranno anche sostituite le cucine a gas presenti dentro gli edifici occupati con delle più sicure piastre elettriche. Per evitare anche un utilizzo errato di questi strumenti, i vigili del fuoco, si muoveranno per organizzare corsi gratuiti sulla sicurezza e sul corretto utilizzo della strumentazione.
“Qua alla Torre della Cigna ci sono circa 54 famiglie – continua il portavoce Barba – ci siamo completamente autofinanziati per affrontare al meglio le eventuali emergenze, vogliamo evitare nuove tragedie“.

 

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # Pippo

    Ho capito e va molto bene , ma chi paga la luce delle piastre elettriche, delle stufe, e la luce appartamenti ?
    Gradirei una risposta seria.

    1. # Manuela

      Noi cittadini

  2. # giancarlo

    Boia, invece che pagare il mutuo sarà meglio che occupi anche io una bella casa, così oltre a non pagare la casa, la luce e il gas me la ammobiliano pure ! Grazie sindaco, questo è il rispetto per le istituzioni?! Occupiamo tutto!!!

    1. # Pippo

      l’hai capito ora ? ci sono anche le macchine i motorini e i telefonini ultima generazione!

      1. # Turistapercaso

        Boia che commento misero

  3. # Giovanni

    Autofinanziatevi anche per pagare la luce delle piastre, delle stanze e del riscaldamento per non parlare dei condizionatori .

  4. # LP

    SENZA PAROLE.

  5. # Mario

    Lo vorrei anch’io un rilevatore di fumo gratis e un estintore gratis per casa mia. Che devo fare?

  6. # Maurizio72

    No gente io sono senza parole (

  7. # franco

    ma cosa si puo’ fare per fermare queste occupazioni? in concreto? votare destra??

    1. # lapalissiano

      veda un pò lei…chi vuole votare? pd, m5s, preti?
      a meno che non si diverta, come tanti (ahimè) concittadini, a creare le condizioni per poi lamentarsi, direi che la risposta è ovvia.

  8. # cobra60

    sistemiamo anche l’ascensore, e ripristiniamo riscaldamento e aria condizionata. aumentiamo le tasse ai proprietari di case che pagano il mutuo cosi imparano a comprarsela invece di occupare una casa, e già che ci siamo diamoli una carta prepagata per fare la spesa.
    Ma come e’ possibile incentivare queste cose, come pensiamo di riportare alla legalità un paese che aiuta chi commette illegalità

  9. # tommaso corri

    caro franco….anche se voti destra è uguale….
    vai a vedere Berlusconi nell agosto 2009 che alla televisione
    tunisina invita a venire in italia…dicendo che avranno casa,lavoro e diritto alla sanita.

    1. # Marco

      Bravo.

  10. # Fulvio

    Attenzione agli estintori, anche se nuovi, spessissimo non corrispondono al prototipo omologato dal Ministero dell’Interno. Se interessati, in forma assolutamente gratuita, alla presenza di un Funzionario del Ministero della Funzione delegata alla verifica e rilascio degli estremi omologativi ai costruttori, siamo disposti a ripetere nella nostra struttura, unica autorizzata in Italia, un test a Fuoco di classe A ed uno di classe B per accertare l’efficacia degli estintori acquistati.

  11. # PirataTirreno

    Se non ho capito male però, questi acquisti sono stati fatti, in modo autofinanziato, dal comitato e non dal comune.

  12. # obiettivo

    Non ci posso credere. Ma qualcuno ha capito che incoraggiare questi comportamenti illegali (intendo le occupazioni) porta qualsiasi cittadino di buon senso a votare schieramenti di destra e a non essere tollerante?
    Cosa aspetta il sindaco della nostra città a dare un segnale ? E’ necessario ed urgente liberare gli edifici di proprietà del Comune occupati da persone senza alcun titolo e dimostrare una saggia amministrazione di questi beni che prima di tutto sono della comunità livornese che con tanti sacrifici e assoluta dignità paga fino all’ultimo centesimo ogni tipo di tasse.

  13. # Ele

    E chi la paga la luce delle piastre elettriche?

  14. # beppe

    Ma le parabole e gli abbonamenti a Sky sono detraibili?

  15. # ago&filo

    Come andra’ a finire ? Tra un mese gli estintori se li vendono, le piastre elettriche aggratisse, manca di fare la raccolta alimentare tutti i giorni e portargliela, appartamento gratis, luce e acqua pure, vista panoramica e chi si muove piu’ da li’? . Apriamo un bando x tornarci ad abitare a tutta la cittadinanza. Ma il proprietario chi e’? possibile che un grattacielo unico a Livorno sia lasciato al totale abbandono senza che nessuno se ne interessi cosa c’e’ sotto, senza manuntenzione, senza sicurezze, senza controlli da parte delle forze dell’ordine, totale abbandono e anarchia , la Tari la pagano?. Tra 5/6 se avviene qualche crollo o incendio chi se ne prende la responsabilita’? siamo alla frutta.

  16. # Obiettivo

    Possibile che il Sindaco Nogarin non risponda adeguatamente a questi atti illegali commessi il piu’ delle volte, da persone NON RESIDENTI nella nostra città e SENZA ALCUN TITOLO; ricordo tra tutte le occupazioni illegali, quelle eseguite nella sede della circoscrizione 3 e nell’ex sede ATL etc.
    Possibile non capire che queste strutture dai volumi considerevoli ed ubicati in zone di pregio potrebbero essere facilmente messe a reddito e quindi potrebbero determinare benessere per la comunità livornese?