Cerca nel quotidiano:


Asa: installati i nuovi sifoni sulla fognatura nera in via dei Pensieri

Asa ha impiegato tecnologie all’avanguardia per potenziare l’infrastruttura e adattarla alle necessità della Regione Toscana per la messa in sicurezza dei rii dopo l’alluvione del 2017

Sabato 11 Luglio 2020 — 18:32

Mediagallery

La tecnica permette di attraversare sotto terra anche lunghe distanze in tempi relativamente brevi riducendo notevolmente l’impatto ambientale prodotto dalle classiche tecniche di scavo superficiale

In piena emergenza Covid-19 i tecnici di Asa hanno continuato a lavorare, in tutta sicurezza, per portare a termine sul territorio importanti progetti. Uno di questi interventi si è concluso in questi giorni ed è stato quello sulla fognatura nera in via dei Pensieri dove sono state impiegate tecnologie all’avanguardia per potenziare l’infrastruttura e adattarla alle necessità della Regione Toscana per la messa in sicurezza dei rii dopo l’alluvione del 2017. L’accurata programmazione dei lavori ha consentito, in tutte le fasi dell’intervento, di garantire il servizio fognario anche in quel particolare punto in cui viene raccolta la totalità delle acque reflue della zona sud di Livorno. I lavori hanno previsto la posa sotterranea di tre nuovi tubi sifone da 50 cm di diametro, che sostituiscono il vecchio tratto di condotta, la realizzazione delle camerette di ingresso e uscita dei tre sifoni e dei pozzetti. La tecnologia utilizzata è una delle più avanzate e consiste in una trivellazione orizzontale teleguidata. In sostanza uno specifico macchinario effettua un foro guida che entra obliquamente nel terreno da una lato del rio ed esce fuori dal lato opposto. Il foro così realizzato viene successivamente allargato attraverso il passaggio di sonde di diametro sempre più grande fino a quello di progetto. A questo punto  il tubo che costituirà la condotta fognaria che in gergo idraulico si chiama “sifone”, precedentemente composta mediante saldatura, verrà agganciato e tirato lentamente nel foro fino a farlo fuoriuscire presso la macchina perforatrice. La tecnica descritta permette di attraversare sotto terra anche lunghe distanze in tempi relativamente brevi riducendo notevolmente l’impatto ambientale prodotto dalle classiche tecniche di scavo superficiale. Inoltre, la precisione della posa della condotta che si ottiene è molto elevata potendo eventualmente correggere la direzione di penetrazione della trivella. Le attività di cantiere sono durate circa quattro mesi ed è stato impegnato diverso personale tecnico che ha lavorato incessantemente, anche nei giorni festivi, per rispettare il cronoprogramma dell’intervento. I lavori hanno interferito con alcune attività commerciali del mercatino del venerdì contribuendo in parte ad allungare i tempi di esecuzione, ma grazie alla collaborazione del Comune di Livorno e dei rappresentanti dei commercianti è stato possibile far coesistere in sicurezza i banchi del mercatino e il cantiere.

Riproduzione riservata ©